Cosenza, la presentazione di Slow Wine in Calabria è stato un successo pazzesco

Letture: 50
Presentazione Slow Wine Cosenza

di Giovanni Gagliardi

È stata una festa la presentazione calabrese della guida Slow Wine. Nel mezzo della più importante nevicata degli ultimi anni, nella sala degli specchi e degli stemmi della Provincia di Cosenza, un pubblico curioso e attento, ha sfidato il freddo che spirava dalla Sila e la neve che paralizzava la città, per partecipare alla presentazioneseguitadalla degustazione dei vini delle aziende presenti in guida.

 

 

 

Il momento della presentazione

 

Un importante momento di incontro tra i produttori, tra gli operatori e addetti ai lavori ma soprattutto un’occasione per il copioso pubblico di appassionati che hanno potuto in una sola occasione conoscere dal vivo i protagonisti del vino calabrese e assaggiarne i prodotti.

 

 

 

Il presidente della Provincia di Cosenza Oliviero

La provincia di Cosenza, sempre attenta a fiutare le occasioni importanti, si è resa disponibile ad accogliere l’evento con Pietro Lecce, assessore provinciale al turismo,e Giovanni Soda, responsabile operativo dell’ente, chehanno messo a disposizione risorse e spazi a Slow Food Calabria.

 

 

 

Il presidente di Slow Food Calabria Marisa Gigliotti e il fiduciario Cosenza-Sila Raffaele Rega

C’eranoMarisa Gigliotti, presidente regionale, e Raffaele Riga, fiduciario di Cosenza e Sila, che in una virtuosa sinergia hanno tenuto insieme l’operatività organizzativa. C’erano Giancarlo Gariglio, visibilmente contento e stupito dell’aria di novità che si respira in queste terre, e Luciano Pignataro che non si è fatto sfuggire l’occasione per ribadire che ai vini calabresi non servono iniezioni di vitigni alloctoni e che oggi il mercato è maturo per ricevere la tipicità della tradizione e del terroir calabrese.

 

 

La sala gremita

E c’erano i produttori che hanno raccontato direttamente dalla fonte a un pubblico attento e curioso le storie di vita, vigne e vini.

 

 

I produttori De Franco, Muzzillo e Bilotti

La presentazione è andata bene perché si è fatto gruppo, la parola più abusata e disattesa nel mondo del vino e in questa territorio, e Slow Wine, oltre ai meriti intrinsechi del progetto, ha permesso che la Calabria potesse inaspettatamente ritrovarsi unita in un pomeriggio prenatalizio di freddo polare.

 

 

Moscato di Saracena: Bisconte e Viola

Viola, Gariglio e Scala
I produttori Stancati (presidente Consorzio Calabria Citra) e Gallicchio
Senatore
Cuti, padre e figlio
Ippolito e Scala
Francesco Siciliani

5 commenti

  • Francesco De Franco

    (19 dicembre 2010 - 19:46)

    Giornata bellissima, grazie a tutti.

  • Eugenio Muzzillo

    (20 dicembre 2010 - 10:17)

    Bellissima serata.
    Grazie.

  • marisa gigliotti

    (20 dicembre 2010 - 19:01)

    la serata è stata un successo e sicuramente è scattato qualcosa di potente,. abbiamo fatto squadra, ci abbiamo creduto tutti. Quando abbiamo proposto la data, venerdì 17 alle ore 17 ( data possibile per via degli impegni di Gariglio ) non abbiamo avuto paura e scaramanticamente l’abbiamo messa in piedi. La neve ed il ghiaccio non hanno scoraggiato quanti in numero massiccio hanno partecipato. Soprattutto un grazie alle aziende che erano presenti in prima persona. I vini da degustare , in circostanze come queste ,devono avere il ricordo della faccia del produttore,. D’altra parte la guida parla di Vita, Vigne e vino.
    Un ringraziamento alla provincia di Cosenza che con il suo impegno e la sua vivacità ha consentito questa peresentazione. in una sala di grande fascino.

    • Luciano Pignataro

      (20 dicembre 2010 - 19:55)

      Grazie a Marisa, a Raffaele, a Giovanni e a tutti i soci: vedere questo entusiasmo dopo le brutte notizie sul Cirò ci ha riempito il cuore
      Organizzazione perfetta, vini buonissimi, ottima vendita:-)
      A presto, Old Calabria

  • Cincinnato Giuseppe

    (22 dicembre 2010 - 19:58)

    A quando una presentazione dei vini calabresi a Bruxelles.

I commenti sono chiusi.