Crostino di pane a canestrella con peperoni e alici di Cetara

Letture: 54

a cura di Marina Alaimo

Crostino di pane a canestrella con peperoni e alici di Cetara

L’improvvisa visita di una cara amica mi ha messo in imbarazzo non avendo nulla da offrirle. Aperto il frigo lo interrogavo con lo sguardo, ma nulla, finchè l’occhio non è caduto sulle alici di Cetara conservate sotto sale, regalatemi tempo fa da Pasquale Torrente, chef de Il Convento di Cetara, e sui peperoni spellati che avevo appena preparati per la cena.
In oltre in dispensa dell’ottimo pane a canestrella, regalatomi la sera precedente da Stefano Pagliuca, così ho pensato di preparare un simpatico e gustosissimo aperitivo: crostino di pane a canestrelle, spalmato con un velo di burro, quattro striscioline di peperone di colore diverso ed un acciuga salata di Cetara.
Un successone, la cara amica, nonostante fosse a dieta, ne ha divorati quattro accompagnandoli con un buon bicchiere di Fiano beneventano igt di Aia dei Colombi.
Ingredienti per 4 persone
4 fette di pane raffermo
4 alici di Cetara sotto sale
16 striscioline di peperoni gialli e rossi arrostiti e spellati
Olio extravergine d’olive q.b.
Burro di Agerola q.b.
Procedimento
Bruschettare leggermente le fette di pane sulla piastra bollente, spalmarle con un velo di burro, adagiarvi le striscioline di peperone leggermente condite con un filo d’olio, alternando i colori e porre su di esse l’alice ripulita del sale con della carta da cucina. Servire guarnendo il piatto con delle foglioline di prezzemolo.