Cucinare in libertà: la grande notte degli under 30 a Villa Assunta

Letture: 171
I protagonisti della serata. Da sinistra: Luca Abruzzino, Riccardo Faggiano, Mirko Balzano, Cristian Torsiello, Arcangelo Gargano, Carmen Vecchione

di Albert Sapere

L’occasione era davvero speciale, perchè in una Italia dell’enogastronomia fatta di grandi solisti, citando Massimo Bottura in una intervista al Mattino,  sei ragazzi con meno di trent’anni, del Sud, esprimono fattivamente la voglia di stare assieme. Ecco che la serata organizzata ieri da Mirko Balzano chef di Villa Assunta a Mirabella Eclano diventa per gli ospiti un piacevole susseguirsi di suggestioni e sapori. Protagonisti ai fornelli, oltre al padrone di casa, sono Luca Abruzzino, Cristian Torsiello, Riccardo Faggiano, Arcangelo Gargano e Carmen Vecchione.

Villa Assunta, si cucina insieme

Per i giovani chef sicuramente un confronto sereno e giocoso, trapela il coraggio, la voglia di stare insieme,  il piacere di dedicarsi ad una professione che richiede sempre maggiore attenzione e ricerca, la voglia di crescere e credere che la ristorazione di qualità possa essere l’elemento trainante di territori dove ad un vasto patrimonio enogastronomico e culturale manca un sistema strutturato di cooperazione e visione d’insieme. Li vediamo oggi prendere serenamente in mano il loro futuro e quello delle loro terre.

La sala della serata
L’Aperitivo 1: la Mozzarella di bufala campana dop
L’aperitivo 2: La lingua
L’aperitivo 3: Il panino con tonno e menta
Il vino della serata: Fiano della stella 2009, Joaquin
Il pane e i grissini
Luca Abruzzino – Alta cucina locale, Catanzaro
Baccalà e bloody mary. Moderno, molto fresco, intrigante, grande equilibrio
Cristian Torsiello – Osteria Arbustico, Valva (sa). Uovo a bassa temperatura, pane alle acciughe, crema di lattuga e dragoncello…mandorle tostate. Estivo, giocato su tanti sapori ben amalgamati
Riccardo Faggiano – Evù, Vietri sul Mare (sa). Linguine “GENTILE” con patelle, sconcigli e ricci. Ottima la cottura della pasta, e un bel sottofondo di mare
Arcangelo Gargano – La Locanda, Sant’Angelo dei Lombardi (av) Paccheri ripieni di ricotta e fiori di zucca…pomodori e basilico Tradizione e sostanza in buona armonia
Mirko Balzano – Villa Assunta, Mirabella Eclano (av). Agnello…il cono gelato con soffritto, la coscia hamburger, il mugliatiello e la costoletta scottadito. Di ducassiana memoria, dal crudo al gelato, declinando ottimamente l’agnello.
Carmen Vecchione – Dolciarte, Avellino Tartellette alla mousse di mandorla ai fiori d’arancio e quasi meringa alla pesca Profumato, pienamente godibile, ottima conclusione
Il panettone ai frutti di bosco
Aperitivo in giardino

4 commenti

  • luciano pignataro

    (9 luglio 2012 - 18:51)

    Freschezza, idee, tecnica, voglia di stare insieme
    Per nulla al mondo avrei rinunciato a questa serata dove le giovani promesse del Sud non sono in un recinto pensato per loro dai grandi, ma semplicemente assoluti protagonisti
    Una Italia bella, nella quale vale ancora la pena di impegnarsi sperando che questi ragazzi ….maturino bene
    Una cena di ottima conoscenza tecnica, con qualche guizzo e assoluto divertimento
    Bellissima, spero in un bis non inflazionato, però:-)

  • Michele Racioppi

    (9 luglio 2012 - 19:49)

    Grazie ragazzi, bellissima serata, io c’ero e ci sono stato da dio.

  • Tommaso Esposito

    (10 luglio 2012 - 00:50)

    Sorry, non c’ero!

  • Lello Tornatore

    (11 luglio 2012 - 09:54)

    Bella iniziativa, complimenti per tutto, Mirko. In particolare per il tuo piatto…si sentiva il vero agnello irpino di Carrabs in tutte le sue “declinazioni”!!! Bellissima la compagnia, con Nicola Campanile imperatore di Radici Wines, Lino Carparelli re del (Fiano) Minutolo, Barbara e Albert, rispettivamente regina e re delle strade della mozzarella e least but not last …il grande Pigna. Siamo anche arrivati in perfetto orario, anzi fosse stato per Albert…saremmo arrivati il giorno prima!!! ;-))

I commenti sono chiusi.