Cutizzi 2009 Greco di Tufo docg |Voto 83/100, il ritorno alle origini dei Feudi

Letture: 39
La nuova bottiglia del Cutizzi

Vista 5/5. Naso 23/30. Palato 25/30. Non Omologazione 30/35

FEUDI DI SAN GREGORIO

Uva: greco di Tufo
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Bevuto dopo il legnoso d’antan 2002 del Bianca di Valguarnera 2002, il Cutizzi 2009 è una ventata di freschezza tale da ricordare la reclame delle Saila.

Ma quello che ci piace di questa versione è la parola fine alla voglia di stupire a tutti i costi. Alcune versioni imbarazzanti di questo cru, con note improbabili di banana e di ananas sono un ricordo del passato e lo stesso ritorno alla bottiglia bordolese è un segnala di ritorvata austerità, rinnovata scelta di profilo basso e non esuberante come sempre sono stati i vero Greco di Tufo.

Lo troviamo, come era accaduto con il Cutizzi 2003, durante una visita a sorpresa alla Cantinella di Napoli per provare i nuovi piatti di Agostino Iacobucci, e ci è piaciuto davvero molto.

Dal punto di vista olfattivo non esprime particolari sensazioni, non c’è la mineralità sulfurea dei Greco artigianali, ma il naso è pulito, leggermente agrumato con note salmastri. In bocca riconosciamo perfettamente il vitigno grazie al corpo, lo spessore interessante della beva, soprattutto la buona freschezza e l’assenza di qualsiasi nota dolce.

Un bicchiere che viene da grande agricoltura, uno dei pochi cru della Campania, che la nuova linea dei Feudi ha giustamente riposizionato nel campo della tipicità e dell’eleganza affidandosi soprattutto alla qualità della frutta. Uva ben arrivata in cantina, evidentemente, vista la pienezza della beva.

Il rapporto tra qualità e prezzo rilancia bene la bottiglia: franco cantina esce sotto i dieci euro e un buon ristoratore difficilmente ve lo dovrebbe presentare oltre i quindici se vuol far girare la cantina, in ogni caso mai sopra i venti.

Con questa svolta la Feudi punta diritto alle proprie origini, confermando comunque una vocazione bianchista che ha sempre avuto sin dal primo momento e che noi abbiamo sototlineato in più di una occasione.

La preghiera è adesso lavorare sui tempi lunghi, la giusta prospettiva acui queste selezioni possono aspirare.

Sede a Sorbo Serpico, Località Cerza Grossa Tel. 0825.986266 www.feudi.it Ettari: 250 di proprietà. Bottiglie prodotte: 3.800.000. Vitigni: aglianico, piedirosso, falanghina, fiano, greco, primitivo,merlot