Dama Leonessa 2003 Falanghina Beneventano igt

Letture: 41

CANTINE FOSCHINI
di Foschini Ernesto dal 1915

Uva: falanghina
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

L’incontro con Fortunato Foschini, a Guardia Sanframondi, è stato deltutto casuale, durante la scorsa edizione di Vinalia. Aspettavo che lamanifestazione, come sempre in ritardo, prendesse il via.
Per ingannare l’attesa un persona del posto volle farmi visitare questabellissima cantina al cui interno è stata rinvenuta e ristrutturata unvecchia bottega, di origine medioevale, per la concia delle pelli. Tra
l’altro la famiglia Foschini sta progettando, in un locale annesso allacantina, un piccolo museo contadino e del vino ed ha già inaugurato unaterrazza winebar con vista sul castello di Guardia. Una volta lì,dissi, perchè non assaggiare pure i vini.  Si trattava e sitratta, meglio dirlo subito, di “vin de garage”, vista la produzionelimitatissima e la vinificazione “fai da te” condotto in cantinadal  giovanissimo Fortunato, figlio di Ernesto, terza generazionedal 1915,e dalla sua compagna spagnola
Carmen Adsuara. Fortunatamente non lo sono i prezzi assolutamentecorretti e accessibili. Dopo alcuni mesi da quel fortuito incontroFortunato ha voluto farmi provare le due nuove etichette: il Portella Serrata 2003, un uvaggio paritario di aglianico e montepulciano,affinato (solo l’aglianico) in barriques di 2° passaggio e la solare falanghina, sempre 2003, DamaLeonessa. Sono, però, in trepidante attesa che si decida a vinificarein purezza la piccola parcella di vecchissime viti di “uva longa”,vitigno autoctono dimenticato, di cui dispone e che sembrerebbe averedelle ottime potenzialità.  Al momento è, comunque, sulla falanghina cheFortunato ottiene i migliori risultati e, soprattutto, le più grandisoddisfazioni riscontrando il favorevole gradimento del pubblico. Solo acciaio ed il minimo intervento in cantina accompagnano il vinofino all’imbottigliamento. Ne risulta un vino dalla tipica espressione varietale, un pò rustica maassolutamente pulita e verace, impostata su un fruttato giallo e maturoal naso ed una fresca acidità al palato. La strada imboccata è quellagiusta, adesso occorre l’incoraggiamento per poter fare gli ulterioripassi in avanti verso il raggiungimento della qualità assoluta. Inbocca al lupo!

Questa scheda è di Fabio Cimmino

Sede a Guardia San Framondi, C.soumberto I, 173. Tel./fax 0824. 864439. Enologo: Carmen Adsuara. Ettari:4 di proprietà. Bottiglie prodotte: 5.000. Vitigni: aglianico,falanghina ed “uva longa”.