Di Martino è maggioranza in Grandi Pastai Italiani| Dagli spaghetti ai tortellini

5/5/2017 2.1 MILA
Il Pastificio Di Martino acquisisce la maggioranza di Grandi Pastai Italiani S.p.A.
Il Pastificio Di Martino acquisisce la maggioranza di Grandi Pastai Italiani S.p.A.

Non era mai successo che un’azienda di pasta secca acquisisse una di pasta fresca; a farlo è un’azienda del Sud, che si afferma nella patria del tortellino.

Martedì a Reggio Emilia, il Pastificio Di Martino ha sottoscritto un aumento di capitale sociale di 7 milioni di euro, acquisendo una partecipazione di controllo pari al 66,67% in Grandi Pastai Italiani S.p.A.

L’operazione è stata conclusa con Tavola Emiliana, società partecipata da Par.Co S.p.A. che ne detiene il controllo, con l’ausilio della PricewaterhouseCoopers Italia quale Advisor del Gruppo Di Martino e con l’assistenza di BANCA IMI S.p.A.

La volontà dei soci storici di Grandi Pastai Italiani, guidati da Par.Co. e dal suo Presidente Andrea Volta, di rimanere nella compagine sociale a ulteriore supporto delle attività di sviluppo pianificate dal nuovo gruppo di controllo, sono la testimonianza del permanere dello stretto legame con il territorio.

La composizione del CDA: Giuseppe di Martino, Presidente e Amministratore Delegato, Giovanna Di Martino Consigliere e Adriano Nicola (già Presidente di Grandi Pastai Italiani) Consigliere, al fine di dare continuità e non disperdere la preziosa esperienza. Il Pastificio Di Martino, dal canto suo, porta nell’operazione la competenza e la passione di chi da sempre opera nel settore, a garanzia di una continuità che si basa sul rispetto della tradizione e sulla volontà di mantenere inalterati gli standard qualitativi, così come le risorse professionali interne.

Il fatturato di Grandi Pastai Italiani è di circa 52 milioni di euro, con una previsione per il 2017 di 59 milioni di euro. Il bilancio 2016 ha testimoniato il lavoro di recupero della redditività attraverso la riorganizzazione produttiva e l’attenzione alla qualità svolto da Adriano Nicola a sostegno dell’occupazione di circa 200 lavoratori stabili.

Il fatturato complessivo del gruppo Di Martino per il 2017, grazie all’acquisizione, si attesterà sui 150 milioni di euro.

Da Gragnano, la città della pasta, alla patria della pasta fresca; affrontiamo questa nuova sfida, con la passione di sempredichiara Giuseppe di Martino, Amministratore Delegato del Pastificio Di MartinoUna tradizione che continua, di pastaio in pastaio, che porterà la nostra azienda a un fatturato di 250 milioni di euro in 3 anni, diffondendo le due più famose tradizioni gastronomiche del Belpaese anche all’estero.
Portando a 7 il numero degli stabilimenti produttivi del gruppo, in 3 regioni italiane (Campania, Emilia-Romagna e Lombardia), il gruppo non solo aumenta la propria capacità produttiva ma ne differenzia l’offerta.

Si arricchisce così l’offerta del Pastificio Di Martino, storico produttore gragnanese di pasta secca che, dopo l’ultima acquisizione di tre anni fa del Pastificio Antonio Amato, ora darà nuova linfa ed energia al mercato della pasta fresca, in Italia e all’estero.

Prodotti e siti produttivi

Ai siti produttivi di pasta secca di Gragnano, Pastorano e Salerno si aggiungono ora gli stabilimenti di Correggio e San Martino in Rio – Reggio Emilia – 20.000 mq dedicati alla produzione di gnocchi tradizionali, chicche, gnocchi ripieni e gnocchi surgelati; lo stabilimento di Sesto e Uniti – Cremona – 30.000 mq, in cui le lavorazioni avvengono su linee dedicate alle paste fresche ripiene, alle paste ripiene surgelate. Le 15 differenti linee complessive consentono di produrre e confezionare una gamma di oltre 150 referenze di gnocchi e oltre 50 referenze di paste ripiene per un totale di diverse centinaia di marchi e una produzione complessiva di oltre 1 milione e 800 mila porzioni di pasta fresca al giorno e la capacità per raddoppiarli.

SCHEDA AZIENDA

PASTIFICIO DI MARTINO GAETANO & F.LLI S.P.A. è proprietario di tre marchi:

• Pasta Di Martino

• Pastificio dei Campi

• Pasta Antonio Amato


La pasta Di Martino

Nel cuore di Gragnano, famosa città della pasta, da più di cento anni la famiglia Di Martino produce con passione, sapienza e dedizione pasta di Gragnano IGP, realizzata con semola di grano duro 100% italiana, trafilata al bronzo, essiccata lentamente e a bassa temperatura, nel rispetto degli uomini e dell’ambiente. La pasta Di Martino è oggi partner ufficiale di Slow Food Italia e della James Beard Foundation di New York.

L’azienda viene fondata nel 1912 e nel 1915 la pasta Di Martino fu la prima a passare il Canale di Panama.
Oggi, Giuseppe Di Martino, Amministratore Delegato e Giovanna Di Martino, Consigliere, sotto la guida dell’esperto pastaio di seconda generazione, lo zio Don Gaetano Di Martino, portano avanti la vocazione dei predecessori con identica passione, improntata ai valori di qualità, artigianalità, innovazione, valorizzazione del territorio e della sua cultura.
Pasta di Gragnano IGP

La pasta non è nata a Gragnano ma è qui che si è sviluppata, distinguendosi per le sue proprietà uniche e uno specifico processo produttivo. Il prestigioso marchio IGP ottenuto dalla pasta di Gragnano è riconosciuto esclusivamente alla pasta prodotta nella storica cittadina, secondo il tradizionale metodo certificato di Gragnano, che prevede l’uso della migliore semola di grano duro unita alle purissime acque sorgive locali. La pasta Di Martino, da più di 100 anni, porta sulle tavole di tutto il mondo il sapore della vera cucina italiana.

Il Pastificio Dei Campi

Il Pastificio dei Campi nasce nel 2007 grazie all’intraprendenza e al desiderio di innovazione di Giuseppe e Giovanna Di Martino. Questa nuova azienda della pasta di Gragnano è il frutto di una comunione di intenti, di una condivisione di idee e di valori. Alla base di questa visione, la volontà di produrre una pasta di Gragnano IGP di altissima qualità – la “migliore pasta di sempre”, come recita il claim- essiccata lentamente e a bassa temperatura, che sia espressione di una tradizione e di un territorio, ma che sappia anche essere al passo con i tempi. Il Pastificio dei Campi realizza solo 30 quintali al giorno di pasta, destinata a un pubblico di gourmet, un vero e proprio simbolo dell’arte culinaria italiana, realizzata con grano 100% italiano la cui provenienza è totalmente tracciabile.

La pasta Antonio Amato

La pasta Antonio Amato nasce a Salerno, la città che abbraccia il Cilento e la Costiera Amalfitana, luoghi in cui la Dieta Mediterranea è uno stile di vita.

Il Pastificio Amato vede le sue origini nel 1869, quando la famiglia Amato acquista i primi impianti dalla società Rinaldo, facendo il primo passo verso un futuro ricco di successi.

Nel 2000 – La crescita
Impianti e tecniche produttive vengono ampliati e ammodernati costantemente, tanto che l’azienda si ritaglia uno spazio di tutto rispetto tra i maggiori pastifici italiani


La gestione di Martino

Nel 2013 l’azienda viene acquisita dai Di Martino di Gragnano, famiglia di pastai da tre generazioni. Da qui ricomincia la storia di Antonio Amato, da quei valori che hanno permesso in passato all’azienda di diventare uno dei più importanti marchi alimentari italiani, e dalla solida esperienza di persone che da sempre amano e lavorano il grano e le materie prime.


Grano 100% Italiano

La Pasta Antonio Amato è prodotta esclusivamente da Grano 100% italiano – macinato fresco,garanzia di eccellente qualità della pasta prodotta e di un maggior controllo sulla provenienza della materia prima.

Pasta Antonio Amato segue la cosiddetta “filiera corta” e grazie all’attivazione del mulino nel sito di Salerno, in 24 ore completa il processo che va dalla materia prima, alla sua trasformazione, alla pasta, il tutto con un impatto ambientale ed emissione di CO2 ridotti a livelli minimi. Per comunicare immediatamente questo valore al consumatore, Pasta Antonio Amato ha in corso il restyling del proprio pack sul quale sarà impresso il bollino “Grano 100% italiano – macinato fresco”.

Grandi Pastai Italiani

GPI è proprietaria di molti marchi, di seguito i più importanti:

• Italgnocchi

• Bertarini

• Pasta Di Casa Mia

• Le Delizie del Pastaio
La storia di Grandi Pastai Italiani ha radici lontane. Nel 1961, dall’allora laboratorio artigianale, esce il primo tortellino.  La gamma si amplia con nuovi prodotti, fra i quali gli gnocchi, e contemporaneamente si allarga il mercato, fino ad abbracciare l’intero territorio nazionale.
Nel 1969 inizia il processo di internazionalizzazione che, gradualmente, porterà ad esportare il 60% dell’intera produzione in 50 Paesi di tutto il mondo. Il 1978 vede la realizzazione di due nuovi stabilimenti, uno per gli gnocchi, il secondo per le paste, entrambi con le linee completamente automatizzate.
Grazie alla qualità di prodotti ad elevata capacità di personalizzazione, all’efficienza dei servizi offerti e alla serietà commerciale, Grandi Pastai Italiani è oggi partner delle più importanti catene internazionali della grande distribuzione, di industrie leader nel settore alimentare e dei professionisti del Food Service, che sanno di poter contare sul know-how per avere la soluzione ottimale di qualsiasi loro esigenza.

Il gruppo Di Martino oggi

Grandi Pastai Italiani
Pastificio Di Martino
Pastificio Antonio Amato
Pastificio Dei Campi

I numeri
Produzione

150 mila tonnellate di pasta
Piatti di pasta al giorno

10 milioni

Il Mulino sito in Salerno ha una capacità produttiva di 800 tonnellate di grano duro al giorno.
Il fatturato

2013 – 67 milioni di Euro
2014 – 80 milioni di Euro
2015 – 105 milioni di Euro
2016 – 107 milioni di Euro
2017 – 150 milioni di Euro (proiezione)


I prodotti

Pasta di semola di grano duro italiana – oltre 250 referenze
Pasta di Gragnano IGP
Pasta biologica
Pasta integrale
Gnocchi ripieni
Gnocchi freschi e surgelati
Pasta ripiena fresca e surgelata
Olio Extravergine d’oliva
Farine – per pizza, per dolci, per tutti gli usi
Semola di grano duro
Pomodoro – pelati, pomodorini, polpa, passata
Tonno – del mediterraneo, bianco e sgombro

Stabilimenti produttivi
7
Dipendenti

360
Mercato

Distribuzione in oltre 50 Paesi nel mondo