Estate 2016, dieci cose da non perdere al Sud per scoprire il futuro

Letture: 4504

Arriva l’estate, ci sono dieci cose da fare nel nosto Sud che non potete permettervi di perdere fuori dal folklore e per restare aggiornati. Capirete anche perchè in agricoltura il dato di occupazione del Sud nel 2015 segna+3,3 ed è superiore alla media nazionale attestata 2,2%. Meno industria, più agricoltura: la formula che avrebbe sempre dovuto essere applicata. Ma, bando alle teorizzazioni, seguiteci e non vi pentirete.

____________________
1-Una cena dai Bros a Lecce

Giovanni e Floriano Pellegrino
Giovanni e Floriano Pellegrino

Il vero locale di tendenza dove si sprigiona una energia incredibile. Siete nel Tacco dell’Italia, ma vi sentirete al centro del mondo, gastronomicamente parlando

___________________________________________
2-La pizza da Ciccio Vitiello e Francesco Martucci a Caserta

Ciccio Vitiello
Casa Vitiello Tuoro Ciccio Vitiello Pizza Vesuvio con grano arso

E’ Caserta città la nuova patria della pizza napoletana? Il fermento è incredibile, questi sono due fuoriclasse dell’impasto e del topping e li avete a dieci minuti dall’uscita dell’autostrada. Imperdibili.

_________________________________
3-Mangiare i dolci da Scutellà in Aspromonte

Pasticceria Scutella
Pasticceria Scutella

Pasticceria storica, in realtà a venti minuti di auto dall’uscita di Rosarno se scendete o salite dalla Sicilia.

_________________________
4-Mangiare a Catania da QQucina

QQucina Bianca Celano
QQucina Bianca Celano

Un locale giusto, colto e di grande  qualità. Divertente e divertito. Una scoperta che vi lascerà soddisfatti.

_____________________________________________________________
5-Vivere una giornata a Paestum tra Barlotti, Vannulo, la Dispensa di San Salvatore

Tenuta Vannulo
Tenuta Vannulo, uno dei quadri in sala

A due passi dai templi imprenditori lungimiranti smentiscono Dante e portano il girone dei Golosi in Paradiso. Mangerete benissimo, a poco prezzo, comprerete prodotti tipici. Mozzarella da mangiare e da comprare.

______________________________________________________
6-Una giornata sul Pollino lucano da Federico Valicenti e Peppe a Rotonda

Da Peppe a Rotonda, l'insegna
Da Peppe a Rotonda, l’insegna

Ambiente alpino, biodiversità a tavola, tecnica e tanta passione. Due osterie di terra da non perdere.

____________________________
7-Bere un litro di Falanghina al giorno

verticale di Falanghina e Greco Mustilli
verticale di Falanghina e Greco Mustilli

Hai voglia a dire e fare, ma è il bianco più diffuso al Sud, dal Molise al Sannio, da Napoli a Caserta e al Salernitano, dalla Puglia al Vulture. Snobbato dagli enostrippati come lo erano i film di Totò dalla critica ufficiale, è un vino allegro, poliedrico, indispensabile a tavola, economico, popolare, tipico e longevo. Ma che vuoi di più?

___________________________
8- La brioche del bar Salvo al Vomero

La brioche del Bar Salvo
La brioche del Bar Salvo

Un vero e proprio cult fuori da ogni rotta turistica, imperdibile. Da 60 anni la colazione del quartiere.

_______________
9-L’olio di Muraglia

Olio Muraglia
Antico Frantoio Muraglia, gli orci

Come riqualificare una antica tradizione di famiglia e riconvertire una commodity in grande prodotto artigianale. E’ il lavoro fatto in questi anni da Savino Muraglia ad Andria.

______________________________________________________
10- Dormire a due passi dalla Reggia di Caserta e fare il breakfast dei sogni

Cas'E Charming House, prodotti
Cas’E Charming House, prodotti

Un riferimento nel centro storico di Caserta per chi vuole fare tappa. Fuori dall’incubo delle colazioni imbustate e senza sapore.

E voi, avete qualcosa da aggiungere?

4 commenti

  • Pasquale pisano

    (2 luglio 2016 - 14:47)

    Brindare al tramonto con LA MATTA.

  • Billa

    (6 luglio 2016 - 23:57)

    Mangiare la morronese di pietro sparago sul castello di castelmorrone

  • Franco

    (13 agosto 2016 - 13:33)

    Effettivamente nel casertano si inizia a mangiar bene,soprattutto si è riscoperta la buona pizza con giovani talenti .casa Vitiello in primis a caserta,pepe a Caiazzo, ma vorrei segnalare una pizzeria in un paesino in provincia di caserta precisamente a CALVI RISORTA….pizzeria Olio e basilico fanno una pizza molto invidiabile da provare….

  • Mondelli Francesco

    (13 agosto 2016 - 17:17)

    Tempo di fichi .I migliori sono nel Cilento.Su tutti quelli dell’azienda Santomiele.Freschi vengono preparati al momento con ottimo cioccolato .Nell’apparente semplicità una grande esperienza gustativa. Buon ferragosto a tutti con una proposta a tutti i wine lover:diamoci appuntamento ,con il permesso del padrone di casa, qui è raccontiamoci il vino top del 15.FM.

I commenti sono chiusi.