Dieci pizzaioli napoletani a Las Vegas

Letture: 146
Il presidente dell'Associazione Pizzaioli Sergio Miccu

 

Dieci maestri della «Associazione pizzaiuoli napoletani» si alterneranno ai forni durante il prossimo Pizza Expò di Las Vegas (13-15 marzo). Con loro ci saranno il presidente, Sergio Miccù e l’imprenditore napoletano Antimo Caputo, amministratore delegato del Molino Caputo.


Nei tre giorni americani, il team ha una precisa missione: trasmettere i valori dell’antica tradizione culinaria campana, far degustare pizze realizzate con prodotti d’eccellenza, spiegare tecniche e segreti dell’antica arte napoletana. Del resto la pizza ha ottenuto, nel 2008, dal ministero delle Politiche Agricole e Forestali, il marchio europeo di Pizza Napoletana Stg (Specialità tradizionale garantita).
«La squadra porterà in questa fiera prodotti di origine controllata, come la farina certificata, tradizione e grande professionalità», ha dichiarato Antimo Caputo, da dodici anni presente a questa kermesse. «Offriremo ai visitatori pizze napoletane Stg, realizzate secondo i criteri delle lavorazioni artigianali e i parametri della migliore tradizione», ha aggiunto.

 L’appuntamento di Pizza Expò di Las Vegas riunisce più di 10.000 professionisti della pizza, con 1.000 espositori e più di 80 sessioni. 

Ecco la squadra
Enzo Cacialli de «Il Pizzaiolo del Presidente» di Via dei Tribunali
Antonio Starita, della «Pizzera Starita» con la sua sede storica a Materdei e ora anche a N.Y.
Adolfo Marletta, decano e antico maestro della «Spaghettata» al Vomero
Umberto Fornito della «Pizzeria Il Frattese» di Fratta
Ernesto Pacifico della «Pizzeria Pacifico»
Mario e Augusto Folliero della illustre dinastia Folliero e della pizzeria «Anema & Core
Simone Fortunato della Pizzeria Diaz
Saverio Ciampi della »Pizzeria Il Fungo« di Benevento
Marcello Avitabile, pluricampione della pizza senza glutine, della pizzeria »Da Marcello« di Pagani, in provincia di Salerno.
Con loro, Roberto Caporuscio, riferimento nel mondo della pizza d’oltreoceano e reduce dal successo dell’apertura, assieme al suo mentore, Antonio Starita, del’Don Antonio, locale napoletano a N.Y. 

“Quello di Las Vegas è un appuntamento molto interessante che offre sempre tante soddisfazioni a noi e a tutta la filiera dei prodotti campani che vengono utilizzati per la preparazione della pizza di qualità”, ha dichiarato Sergio Miccù