Dieta Mediterranea, Stamler torna a Pioppi

Letture: 130

di Antonella Petitti

Jeremiah Stamler

L’allievo di Ancel Keys nei luoghi vissuti dal maestro

Sono molte le ragioni per essere soddisfatti del Convegno Internazionale che lo scorso fine settimana è andato in scena a Pioppi, il piccolo borgo cilentano. Una senz’altro è quella di averlo soffiato a Chicago, poi segue la presenza del professor Stamler, e le numerose celebrazioni tra cui i 35 anni dalla pubblicazione di “Mangiar bene, star bene” a firma dei coniugi Keys. Da quando lo scienziato e professore dell’Università del Minnesota,
Ancel Keys, si trasferì a Pioppi, la storia di questo luogo non poteva che mutare. Oggi è riuscita ad accogliere centinaia di stranieri con naturalezza, mostrandosi fiera nella “sfida” che la vede contrapposta a Madrid. Difatti dopo il riconoscimento – da parte dell’Unesco – di patrimonio culturale immateriale nei confronti della “dieta mediterranea”, oggi si attende che sia scelto il luogo simbolo della stessa. Ma il presidente dell’Associazione per la Dieta Mediterranea, Alessandro Notaro, è speranzoso ed ha accolto con grande entusiasmo l’ospite d’onore: il professore Jeremiah Stamler.

Alle soglie dei suoi novant’anni, difatti, Stamler torna in Italia ed in quel luogo in cui tanta ricerca ha condiviso con Keys, per festeggiare il suo compleanno e per ribadire ancora una volta quanto sia necessario partire dall’alimentazione per giungere al benessere ed alla salute. “Lo stile di vita dell’uomo è molto cambiato”, spiega in un ottimo italiano il professore. “Un tempo il movimento fisico faceva parte delle nostre giornate e del nostro lavoro, oggi al massimo muoviamo le nostre dita passando dal pc al telecomando. Per questo non possiamo ignorare la base della piramide della dieta mediterranea: acqua ed attività fisica.
Poi pane, cereali, verdura, frutta, pesce…”, elenca sorridente. Sviluppo, caratteristiche, piaceri e benefici dell’Alimentazione Mediterranea genuina per il XXI secolo che, insieme all’attività fisica ed all’abolizione del fumo, prevengono e controllano l’obesità, la dislipidemia, il diabete, l’ipertensione e diminuiscono il rischio di malattie cardio-cerebrovascolari e neoplastiche.
Questi gli argomenti centrali del convegno internazionale “Da Ancel Keys a Jeremiah Stamler”, in cui non sono stati disdegnati risvolti più concreti ed attuativi.

Angelo Vassallo

Angelo Vassallo, il miglior sindaco di tutti i tempi nel Cilento: l’unico a puntare sull’ambiente e non sul sacco edilizio. Per questo Pollica (di cui Pioppi e Acciaroli sono frazioni) ha i posti costieri più ambiti e più esclusivi nel Parco
“La scuola è il punto di partenza”, interviene Gianfranco Nappi, assessore all’agricoltura della Regione Campania, “è necessario riuscire a concretizzare l’impegno dell’educazione alimentare, affinché si modifichino sin dalle radici le nostre abitudini”.
A ribadirlo anche l’assessore all’agricoltura della Provincia di Salerno, Mario Miano: “la governance deve stare tutta assieme e far sì che dalle scuole al settore della ristorazione sia data la possibilità di apprendere e mettere in pratica i dettami che Keys e i suoi amici scienziati hanno studiato per noi”. Ma mentre il dibattito continuava all’interno dell’area destinata al convegno, nei pressi dell’incantevole Palazzo Vinciprova, la sera è scesa anche su Pioppi.
Vicino al mare e alle luci notturne un altro fautore della dieta mediterranea, lo chef Alfonso Iaccarino, ha dato vita ad un menù ad arte in onore dell’apertura della tre giorni. “Partendo dai prodotti base di buona qualità, il lavoro di trasformazione che ne segue è semplice, tutto sta nel saperli scegliere”, commenta Iaccarino.