Dove i caffè più buoni di Roma? I 10 locali migliori secondo Il Messaggero

Letture: 418
Caffè - foto tonte web


 di Ilaria Pipola

La bevanda più diffusa al mondo, il caffè è un Ever Green, sempre di moda e sempre apprezzato da tutti, soprattutto la mattina e dopo i pasti. E’ entrato nelle abitudini degli italiani, senza un buon caffè è difficile iniziare la giornata. Quale sia l’origine è ignota, le testimonianze più antiche lo localizzano nella parte più meridionale dell’Asia, spostandosi poi verso l’Egitto, e salendo piano piano in Europa, per dirigersi anche nelle altri parti del mondo. Ormai è un prodotto globale, anche se esistono tantissimi tipi di aromi e sapori che differenziano un caffè da un altro. Un capitolo a parte bisognerebbe scrivere per il caffè americano, ma è meglio sorvolare.

Vediamo a Roma, secondo il gastronomo G.A.Dente i 10 “caffè” migliori da bere:

Beh come dargli torto per il primo classificato, un nome una sicurezza, il bar del centro Sant’Eustachio, pizza omonima, storica per i romani, materia della repubblica Domenicana, delle Galapagos e dell’Etopia, a 1 euro, seguito al secondo posto da Tazza D’oro, a via degli Orfani, anche qui si parla di una torrefazione storica, materia e qualità ottime, a 1 euro.

Meno centrale è il terzo classificato Mondi, a via della Serenissima, “un’occasione per un viaggio del palato dalle note ricche e floreali…”, a 1 euro, mentre al quarto posto una new entry a Roma, da Eataly, il Gran caffè Illy, si degustano dai caffè classici ai monoarabica, a 1 euro.

Al quinto posto Cristalli di Zucchero, a via San Teodoro, che propone un caffè equilibrato e di qualità, a 1 euro, subito dopo al sesto posto Sciascià, a via Fabio Massimo, sempre pieno, un caffè ottimo, a 1 euro, invece al settimo posto troviamo Caffè Universale, a via delle Coppelle, dove la “cura maniacale è una faccenda seria”, sempre a 1 euro.

Valleys, a Viale Val Padana, si aggiudica l’ottavo posto, con un caffè equilibrato che “si prolunga lungo al palato”, a 1 euro, seguito al nono posto da Castroni, marchio storico, che si contraddistingue per un caffè arabico, a  0,90, a Via Cola Di Rienza.

La classifica si conclude con il decimo posto della Caffetteria Paglialonga,a via Montello, che propone un caffè da assaggiare assolutamente, a 1 euro. 

Per l’abbinamento al caffè un passito o un liquore dolce, anche se il caffè corretto, con qualche distillato va ancora di moda!

3 commenti

  • Andrea "Pepe Carvalho" Pignataro

    (11 settembre 2012 - 17:20)

    Cercasi correttore di bozze disperatamente… :-)

  • Pasquale

    (11 settembre 2012 - 17:41)

    :)

  • giuseppe tassone

    (12 settembre 2012 - 09:18)

    Da napoletano che vive a Roma ,in un quadro di qualità mediamente mediocre,la mia preferenza và senz’altro al caffè ILLY di eataly,nonostante gli operatori al bar siano dei giovani apprendisti,la materia prima èbuonissima.HO gustato caffè di origine diversa in più occasioni e li ho sempre trovati armonici nel gusto ,persistenti econ una bella vena aromatica.I primi due in classifica sono un pò sopravvalutati,pur rappresentando una sicurezza sia per i romani che per i turisti.

I commenti sono chiusi.