Due stelle in più brilleranno a Milano dal 21 al 27 marzo con il Temporary restaurant di Vincenzo Candiano!

28/2/2017 3 MILA
Vincenzo Candiano
Vincenzo Candiano

di Fabiola Quaranta
Se siete a Milano dal 21 al 27 marzo ed amate la Sicilia ed i suoi sapori, non potrete assolutamente mancare ad un appuntamento d’eccezione nel capoluogo meneghino: il temporary restaurant dello che stellato Vincenzo Candiano della Locanda Don Serafino di Ragusa Iblea, infatti porterà un pò di Sicilia nel cuore di Milano, con menù abbinati ai vini del Cerasuolo.

Due stelle Michelin in trasferta dal profondo sud, richiamate direttamente dall’Ottagono Restaurant&Lounge di Milano dell’Hotel TownHouse Galleria, che si trova all’interno della famosa Galleria Vittorio Emanuele II di Milano, uno dei più antichi centri commerciali di tutto il mondo.

«L’idea è quella di portare un lembo di Sicilia a Milano», dice Pinuccio La Rosa, proprietario, assieme al fratello Antonio, della Locanda Don Serafino, «Sarà sicuramente un momento di crescita personale – dal canto suo Vincenzo Candiano – un’occasione per fare assaggiare alcuni dei miei piatti più famosi e, soprattutto, un modo per stimolare la curiosità dei milanesi e invogliarli a venirci a trovare in Sicilia». E così verranno offerte le eccellenze gastronomiche siciliane in tre diversi menù, uno di pesce di quattro portate, uno di carne sempre di quattro portate ed uno misto, per accontentare i palati più indecisi o curiosi.

Ciascun piatto dei tre menu sarà proposto in abbinamento ai vini della Strada del Vino del Cerasuolo e ad altri vini del territorio siciliano.

“Amo la terra in cui vivo gioendo ogni giorno delle sue bellezze, dei suoi profumi e dai suoi sapori”…

L’amore per la sua terra ed i suoi frutti ed una grande passione hanno portato Vincenzo Candiano ad ottenere una prima stella Michelin nel 2002, a suggello della sua competenza e bravura la seconda stella nel 2013, passando nel 2007 a vincere il titolo di “Miglior Giovane Chef Emergente del Sud Italia”.

Il passo dalla Sicilia a Milano è quasi obbligato quando la cucina travalica i confini locali e la territorialità assume un ruolo chiave come ingrediente segreto, quel quid in più che incuriosisce ed affascina il vasto e critico pubblico di Milano, un bacino di utenza che accoglie palati di ogni genere e luogo.

La Locanda Don Serafino è ad IBLA, la parte storica di Ragusa, proprio nel cuore del barocco, oggi “Patrimonio dell’Unesco”, dal 21 al 27 marzo a Milano.

_________

L’idea del temporary restaurant è partita da voi? “No, a dire il vero siamo stati invitati”.
Aprirebbe un suo ristorante a Milano? “Sarebbe una bella città in cui lavorare, la grande competizione potrebbe dare altri stimoli; è bello però avere l’aria di casa che ci ispira, i prodotti della tradizione a chilometro,  anzi a metro zero. Certo…avere la famiglia e tante ricchezze a portata di mano è un valore aggiunto (ridendo percepiamo già un cambio di rotta…)”.

Ha un suo piatto del cuore? “Un mio piatto che ha ispirato tanti cuochi: spaghetti al nero con ricci, ricotta e seppia.

Come mai ha deciso di fare lo chef? “ Diciamo che è stata quasi una casualità, forse il destino. Qui a Ragusa abbiamo tutti la cultura del mangiare bene, nonne e mamme che cucino benissimo, ce la siamo passata bene. Quando arriva un ospite la prima cosa che gli facciamo provare è la cucina di casa. Dopo la scuola media la mia prima scelta doveva essere l’istituto d’arte al quale, però, non mi sono mai iscritto perché feci una breve esperienza estiva in un ristoranti e fui fulminato da questo mondo folle, quindi mi iscrissi all’alberghiero”.    A Milano sarete aperti a pranzo e a cena? “No, soltanto a cena. Non verrò con una vera e propria brigata perché a ragusa il ristorante rimarrà aperto, verrò con un mio chef…diciamo che avremo un bel pò da fare!”.

Locanda Don Serafino
Ristorante: Via Avv. Giovanni Ottaviano, 13 – 97100 Ragusa Ibla (RG)
Tel e Fax: +39 0932 248778