Fast Food Contadino: il Panino dei Volti Slow no McDonald’s

Letture: 128
Il Panino Vero

di Pietro Parisi

Racconta il territorio e i volti dei suoi contadini, si fa gustare con ingredienti sani. È un pasto veloce, sorprendentemente buono e giusto.
È un Panino Vero. Niente a che vedere con il junk food, ma una rivoluzione di qualità: il simbolo del Fast Food reinterpretato con alcuni dei presidi dell’Alleanza Slow Food.
A cominciare dal pane al lievito fujuto di semola di grano duro Senatore Cappelli: tenace, saporito, ricco di proteine.


Poi la farcitura: hamburger di carne podolica, cipolla ramata di Montoro, scarola riccia sarnese, fonduta di mozzarella di bufala DOP, ketchup di pomodoro San Marzano e maionese all’arancia da uova di galline del territorio.
Accompagna il panino un contorno di qualità: vere patate fritte tagliate a spicchio e insaporite con sale di Trapani.

Il panino di Pietro Parisi

Nel menu anche il dolce: panna cotta al Latte Nobile con ciliegie di Bracigliano.
Proposto a soli € 7,99 e pensato per avvicinare i giovani al cibo di qualità e ai sapori del proprio territorio.

Il panino lo trovate al mio ristorante Era Ora di Palma Campania

15 commenti

  • Marco Contursi

    (14 giugno 2013 - 16:39)

    Ottima idea.

  • vincenzo

    (14 giugno 2013 - 16:49)

    Complimenti a Pietro,
    ma non è l’unico, a Frattamaggiore (NA) dei ragazzi giovanissimi fanno la stessa cosa da tempo!

    • PASQUALE

      (14 giugno 2013 - 20:08)

      Si potrebbe sapere il nome del locale dove questi giovanissimi fanno la stessa cosa, ma da tempo? Grazie

      • vincenzo

        (15 giugno 2013 - 07:12)

        Il locale si chiama Blackburger e lo Chef Giuseppe Auriemma, i giovani stanno apprezzando tantissimo questa novità.

        • giuseppe auriemma

          (16 giugno 2013 - 03:11)

          Vincenzo ti ringrazio di aver menzionato il nostro BLACKBURGER… sono molto fiero di essere entrato per caso in questi commenti… è vero le persone e non solo i giovani stanno apprezzando con gusto i nostri prodotti e il nostro modo di lavorare

  • Raffaele

    (14 giugno 2013 - 17:06)

    Chi? Il Come è chiaro! Dove? Quando? Il perchè l’abbiamo capito…. Se uno volesse provarlo, dove lo trova?

  • luca

    (14 giugno 2013 - 17:10)

    finalmente!!!!

  • Gerarda

    (14 giugno 2013 - 17:35)

    dove si può gustare questo panino?

    • Marcello

      (14 giugno 2013 - 18:12)

      da Era Ora di Palma Campania…..

  • Virginia

    (14 giugno 2013 - 20:03)

    Io sono per Gli Stati Generali del Panino. Tutti i migliori. Tutti insieme.
    (intanto ieri ho mangiato a Firenze quello strepitoso, col lampredotto, di Marione a Porta Romana :)

  • Virginia

    (14 giugno 2013 - 20:05)

    Io sono per Gli Stati Generali del Panino. Tutti i migliori. Tutti insieme. (intanto ieri ho mangiato a Firenze quello strepitoso, col lampredotto, di Marione a Porta Romana :)

  • Pietro

    (14 giugno 2013 - 23:50)

    Tengo a precisare che questo panino ha qualcosa di speciale prima cosa sta nella lievitazione e un panino fatto da una fermentazione lattica ottenuta dalle acque di recupero della mozzarella di bufala poi e stato impastato con semola Rimacinata di senatore cappelli no Ogm biologico e poi e un panino a tutto volto in cui ogni prodotto e del nostro territorio non ci sono prodotti che non sono vicino a noi è un modo che abbiamo voluto per avvicinare i giovani al territorio in un modo a loro molto vicino …

  • Ernesto

    (15 giugno 2013 - 01:21)

    A Fratta dove?

    • giuseppe auriemma

      (16 giugno 2013 - 03:15)

      Frattamaggiore a corso Vittorio Emanuele 167 angolo via Genoino di fianco alla galleria commerciale RULLO

  • Ernesto

    (18 giugno 2013 - 23:17)

    Grazie, domani lo provo

I commenti sono chiusi.