Faenza, 20-22 novembre Enologica 2009

Letture: 41

Il Salone del vino e del prodotto tipico dell’Emilia-Romagna

Faenza, 20-22 novembre Enologica 2009

L’edizione in programma al Centro Fieristico Provinciale di Faenza il 20, 21, 22 novembre 2009 (lunedì 23 solo per operatori) si preannuncia un’edizione da record: confermata la presenza di 130 cantine dell’Emilia-Romagna, 80 artigiani di prodotti tipici, 50 incontri tra degustazioni, seminari, laboratori, una quindicina di chef tra i più grandi della regione che cucineranno dal vivo nel ‘Teatro dei cuochi’

Il meglio dell’eno-gastronomia emiliano-romagnola si da appuntamento a Faenza. E’ ormai tutto pronto per Enologica 2009, il Salone del vino e del prodotto tipico dell’Emilia-Romagna giunto alla 12° edizione, che si svolgerà al Centro Fieristico Provinciale di Faenza dal 20 al 22 novembre 2009 (il 23 novembre l’ingresso è riservato agli operatori).

L’edizione 2009 di Enologica si preannuncia una edizione da record: confermata la presenza di 130 cantine provenienti da tutta la regione, circa 80 artigiani di prodotti tipici, oltre 50 incontri tra degustazioni, seminari, laboratori, una quindicina tra i più grandi chef dell’Emilia Romagna che cucinano dal vivo davanti al pubblico nel ‘Teatro dei cuochi’.
La frase scelta come motto della manifestazione, “In Emilia-Romagna il mangiare e bere vino sono inestricabilmente e sacralmente congiunti” (Mario Soldati, 1970), riassume chiaramente lo spirito di Enologica 2009, che si propone come evento in grado di promuovere, in un colpo solo, l’immensa ricchezza eno-gastronomica dell’Emilia-Romagna.
“Enologica è un evento raro nel panorama nazionale, perchè rappresenta una vetrina di una intera regione nella sua complessità” spiega Giorgio Melandri, curatore dell’evento. – Con il coinvolgimento di tutti i professionisti dell’enogastronomia regionale, dai produttori di vino ai grandi chef, dagli artigiani dei prodotti tipici ai sommelier, fino alle istituzioni e a tutti gli amanti dell’enogastronomia della nostra terra, Enologica si propone come vero e proprio laboratorio culturale intorno al cibo e al vino emiliano-romagnolo. La partecipazione attiva della Regione e dei Consorzi di prodotto è un segnale importante, che dimostra il ruolo che Enologica sta conquistando a livello regionale, soprattutto presso coloro che si occupano di valorizzazione delle tipicità del nostro territorio”.

Il ricco programma di Enologica si rivolge non solo agli operatori del settore, ma a tutti gli appassionati del buon mangiare e del buon bere. Dai laboratori “Are you experienced?”, degustazioni di vino guidate dagli esperti, agli assaggi di prodotti tipici “Toccata e Fuga”, dal Caravanserraglio, spazio culturale dove ascoltare confrontarsi su cibo, vino e dintorni con ospiti da tutta il mondo, al Teatro dei cuochi, che presentato un territorio con la loro personalità, Enologica è una grande occasione per conoscere da vicino e toccare con mano la ricchezza dei cibi e dei vini della nostra regione, e non solo.

Enologica è in programma venerdì 20 novembre (dalle 18 alle 23), sabato 21 novembre (dalle 15 alle 23), domenica 22 novembre (dalle 11 alle 22), lunedì 23 solo per operatori (dalle 11 alle 21) al Centro Fieristico Provinciale di Faenza (Via Risorgimento 3). Ingresso giornaliero: 14 euro; abbonamento per i 3 giorni: 17 euro (anche una volta all’interno è possibile con 3 euro tramutare l’ingresso in abbinamento). Il biglietto comprende il calice degustazione e il catalogo.

Programma completo su www.enologica.org. Per info e prenotazioni: tel. 0546 621111, info@faenzafiere.it.

Ufficio Stampa Agenzia PrimaPagina
Maurizio Magni, Caterina Molari, Cristina Zani
Tel. 0547 24284, 339 6535982
molari@agenziaprimapagina.it
www.agenziaprimapagina.it

Enologica 2009: vini, prodotti tipici, eventi

Are you experienced? Degustazioni di vino guidate dagli esperti
Una decina di degustazioni per scoprire la ricchezza e la diversità dell’offerta enologica dell’Emilia-Romagna, ma non solo. Esperti sommelier guideranno i partecipanti alla sfida tra Sorbara e Champagne Rosè, alla particolare “verticale” di sangiovese della stessa annata ma diversi terroir, alla conoscenza di alcuni tra i migliori vini tedeschi, e tanto altro. (I posti disponibili per ogni degustazione sono 25. Costo 10 euro. Per prenotazioni tel. 0546.621111 oppure via email a info@faenzafiere.it).

Toccata & Fuga, prodotti e abbinamenti
Il prodotto tipico… in pratica! Uno spazio di appuntamenti per conoscere in modo divertente i prodotti eccellenti dell’Emilia-Romagna, dalla saraghina di Cesenatico al Cotechino di Modena, dal pollo romagnolo alle lumache di Casumaro, etc. un viaggio a tappe fatto di abbinamenti e scoperte e di artigiani straordinari che hanno lavorato per tradurre in pratica nel modo più autentico il concetto di tipicità. (Gli assaggi costano 3 euro, vengono proposti fino ad esaurimento e non sono prenotabili).

Caravanserraglio, Spazio culturale
Il caravanserraglio era un luogo di incontri tipico della cultura persiana, costituito da un muro che racchiudeva un ampio cortile ed un porticato, usato per la sosta delle carovane che attraversavano il deserto. Il Caravanserraglio a Enologica 2009 è un luogo di accoglienza che si nutre dell’idea di scambio, di comunità estemporanea, di “confusione” e di confronto, un salotto con un calendario di esperienze uniche ed originali. Partecipano alcuni tra i principali giornalisti, enologi, esperti di vino a livello nazionale, compresi ospiti dal lontano Giappone, dal Marocco, dall’Iran, dall’Ucraina, a parlare di contaminazioni sulle nostre tavole. Accoglie e presenta gli ospiti Nico Lusoli.

Teatro dei Cuochi: protagonisti i “maestri di cucina” dell’Emilia-Romagna
La promozione di un territorio e dei suoi prodotti enogastronomici ha bisogno di riferimenti, di luoghi speciali, di personaggi e di storia: in poche parole ha bisogno di modelli. Al “Teatro dei cuochi” saranno presenti alcuni tra i più grandi chef dell’Emilia-Romagna, alcuni stellati, altri rappresentativi della grande tradizione culinaria regionale, che cucineranno in diretta di fronte al pubblico per svelare i segreti della loro cucina. Presenta Matteo Tambini, cuoco, professore di cucina, curioso e appassionato viaggiatore gastronomico. (I posti disponibili per ogni esibizione sono 40. Costo 7 euro. Per prenotazioni tel. 0546.621111 oppure via email a info@faenzafiere.it).

Il mercato degli artigiani
La grande novità dell’edizione 2009 è l’organizzazione di un mercato tematico che proporrà ogni giorno temi diversi per dare la possibilità anche ai piccoli artigiani e ai produttori meno strutturati di partecipare ad Enologica. Ad esempio, un produttore di miele potrà partecipare alla giornata di domenica 22 novembre dove il miele è inserito tra i temi del giorno e limitare il suo impegno a quella singola giornata. Dall’altra parte il pubblico può programmare la sua visita a seconda dei suoi interessi.

Il mercato di Toccata & Fuga
Ci sono tante “fragili” realtà – piccoli artigiani, coltivatori diretti che salvaguardano produzioni di qualità, allevatori che insistono su produzioni che hanno anche un valore culturale di grande valore simbolico che non sono attrezzate per proporsi in situazioni fieristiche classiche, situazioni che li obbligano ad una presenza di più giorni, ad una logistica complessa e ad una attività di interazione con il pubblico che ha contenuti specifici. Ecco allora che abbiamo immaginato e realizzato una esposizione con vendita di prodotti particolari e/o provenienti da piccole realtà.

Presi per la gola! Mangiare ad Enologica
All’interno della manifestazione sarà allestita una vera e propria osteria tipica dove si potranno mangiare le tradizionalissime tagliatelle, i cappelletti faentini di solo formaggio e la piadina con il prosciutto di Mora Romagnola prodotto dal COPAF di Brisighella. A gestire l’osteria di Enologica, sempre in funzione durante gli orari di apertura della manifestazione, sarà la Cooperativa Sociale Botteghe e Mestieri (www.botteghemestieri.it) che produrrà in diretta tutta la pasta e la piadina. Tutti i piatti saranno cucinati a partire da prodotti eccellenti del territorio – la farina, le uova, la carne per il ragù, l’olio, i formaggi per i ripieni, lo strutto di Mora Romagnola per la piadina – nella convinzione che la semplicità sia davvero un lavoro complicatissimo!

Cuochi e sommelier, la ‘strana’ coppia alle prese con il tema del ‘selvatico’.
Lunedì 23 novembre 2009. Giornata riservata agli operatori (ore 11 – 21)
Sei grandi cuochi della regione, in coppia con il sommelier del locale per sottolineare l’inscindibile rapporto cibo-vino, interpretano i grandi prodotti del territorio sull’intrigante tema del ‘selvatico’, intendendo per selvatico tutto quello che è cacciato, pescato (sia in mare che in acqua dolce e salmastra), ma anche raccolto (erbe spontanee, funghi, frutti selvatici, miele, alghe). La partecipazione dei cuochi è abbinata a quella del sommelier, che dovrà proporre abbinamenti ponendo in evidenza temi nuovi e differenti, utilizzando categorie diverse, dal terroir ai vini naturali. L’idea non è quindi semplicemente il cuoco in cattedra, ma la coppia chef-sommelier come brigata del gusto identificativa del locale e del suo territorio.
Questi gli chef e sommelier presenti: Maria Luisa Mazzocchi e Roberto Gazzola, Ristorante La Palta, Borgonovo Val Tidone (PC); Paolo e Gian Luca Raschi, Ristorante Guido, Miramare di Rimini (RN); Igles Corelli e Valentina Congiu, Locanda della Tamerice, Ostellato (FE); Massimo Bottura e Beppe Calmieri, Osteria Francescana, Modena; Pier Giorgio Parini e Fausto Fratti, Il Povero Diavolo Osteria e Locanda, Torriana (RN); Paolo Teverini e Rudina Arati, Ristorante Paolo Teverini, Bagno di Romagna (FC). La giornata dedicata agli operatori è organizzata in collaborazione con: Consorzio Vini di Romagna, Assessorato all’Agricoltura della Regione Emilia Romagna, Ministero delle politiche Agricole Alimentari e Forestali, l’associazione Chef to Chef.