Falanghina 2003 Beneventano igt

Letture: 36

VILLA FRAGENEA
Uva: falanghina
Fascia di prezzo: da 1 a 5 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Questo piccolo bed & breakfast ai piedi della collina dei Camaldoli, in una traversa di Via Cinthia, oltre alla normale attività agrituristica ha avviato, parallelamente, la produzione di vino con diverse etichette (forse troppe!) da uve in parte prodotte nei Campi Flegrei ed altre acquistate nel beneventano. Non ho visitato ancora l’azienda ma deduco che le etichette più pregiate siano quelle a Doc Campi Flegrei e che non sono riuscito, però, a procurarmi. Ho invece provato i due Igt del beneventano cioè la falanghina e l’aglianico, entrambi dell’annata 2003. Due vini direi trascurabili nei quali si avverte la presenza di vitigni complementari, seppur autorizzati (piedirosso nell’aglianico e coda di volpe nella falanghina) e tra i quali mi è risultato difficile scegliere quale recensire. Più soddisfacente all’assaggio è stata la semplice falanghina. Vino dal colore giallo paglierino che esprime all’impatto visivo ancora una buona giovanile esuberanza. Al naso si percepiscono deboli sentori fruttati, di pera in particolare, e floreali. Anche al palato l’impatto non è particolarmente intenso e mostra una struttura piuttosto incerta (ma, forse, anche l’annata ci ha messo del suo non regalando quella solita freschezza che contraddistingue il vitigno). Ci sono ampi margini di miglioramento considerato che l’azienda sta ora muovendo i primi passi. Allo stato attuale la nota più positiva è rappresentata, senza dubbio, dai prezzi più che abbordabili che in enoteca si aggirano sui 4/5 euro.

Questa scheda è di Fabio Cimmino

Sede a Napoli, via Vicinale Pignatiello, 5. Tel. e fax 081.5882087. Sito: www.villafragenea.it Vitgni: falanghina e piedirosso dei Campi Flegrei, falanghina, coda di volpe ed aglianico.