Falanghina 2009 Sant’Agata dei Goti doc, la tradizione di Mustilli

Letture: 165
Leonardo e Marilù Mustilli

MUSTILLI

Uva: falanghina
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Per respirare l’autentica atmosfera del vino campano dovete uscire a Caserta Sud e puntare con la prua verso Sant’Agata dei Goti per visitare una bella famiglia del vino, quella dell’ingegnere Leonardo Mustilli, della moglie Marilù e delle figlie Annachiara e Paola.

In questo bel paese ricco di storia dove rifugiarsi a tutte le età dell’amore c’è il palazzo di famiglia che vi aspetta, le stanze confortevoli, il wine bar, cantine scavate nel tufo dove in una teca è conservata la prima falanghina imbottigliata della Campania che ci ricorda come recente sia la storia della viticoltura regionale.
Il passaggio generazionale è compiuto, e tutto procede con fine leggerezza, mai sopra i toni.
Penso alle genti assediate quindici secoli fa, percorro la campagna autunnale piena di foglie di castagno piste ancora poco conosciute eppure rinfrancanti allo spirito. Un manto di malinconica intimità avvolge questo verde.
Bisogna essere conoscitori per svolazzare tra Fattoria Selvanova, Terre del Principe e Castello Ducale dal lato casertano dell’Isclero o, da questo sannita Mustilli e Torre Gaia per non parlare di Giravento e Mesogheo. Mille convegni per parlare del turismo possibile, ma alla fine la gioia della scoperta del vero: resta fuori marmaglia televisiva!
Già, perché non tutto è per tutti, ormai ne sono proprio convinto. Bisogna avere cultura, curiosità, sapiena enologica per spendere il proprio tempo qui.
La Falanghina 2009, provata nella degustazione condotta con Vincenzo Mercurio al Salone del Gusto, riflette l’annata buona per i bianchi del Sannio, ha un tono giusto, fine, sottile, elegante, una buona sapidità che la rende gradevole e abbinabile.
Prendetela e bevetela tutti, questo è il mio corpo.

Sede a Sant’Agata dei Goti, via dei Fiori, 20. Tel. 0823.774433,  fax 0823.717619 . info@mustilli.com. www.mustilli.com. Enologo: Fortunato Sebastiano. Ettari: 35. Bottiglie prodotte: 200.000. Vitigni: aglianico, piedirosso, falanghina, greco, fiano