Falanghina del Sannio: le dieci migliori nella guida Mangia&Bevi del Mattino

Letture: 103
Libero Rillo (Foto Miriade&Partners)
Libero Rillo (Foto Miriade&Partners)

Ed ecco al vino più venduto della Campania: si tratta della Falanghina del Sannio che registra sei milioni di bottiglie “fascettate” con la dop a cui se ne aggiungono altrettante igt.

1-Falanghina del Sannio 2014
Fontanavecchia
Il bianco base di Libero Rillo ci è sempre piaciuto moltissimo, ma stavolta non è solo una nostra opinione. Fresco, scattante, piacevole, di buon corpo. Ancora una volta la Falanghina del Taburno si dimostra affidabile e soprattutto abbinabile a un gran numero di piatti.
www.fontanavecchia.it

2-Maior Falanghina del Sannio 2013
Fosso degli Angeli

Davvero una bella sorpresa questa piccola azienda di Casalduni. Sopratttutto perché qui i bianchi escono senza fretta come piacicono a noi. E la differenza si vede in questo anno in più che matura in vasca d’acciaio: fresca, fruttata, in buon equilibrio e complessa. Da collezione.
www.fossodegliangeli.com

3-Falanghina del Sannio 2014
Cantina di Solopaca

Sempre più affidabile e sorprendente questa cantina che riesce a garantire qualità e grandi numeri, la conferma di come il passato ormai è solo da ricordare, anche se dobbiamo dire che i bianchi sono sempre stati di grande spessore. Grande rapporto tra qualità e prezzo.
www.cantinasolopaca.it

4-Senete Falanghina del Sannio 2014
La Guardiense

Altro gigante, altri grandi numeri e risultato nel bicchiere di tutto rispetto, come sempre accade da quando in questa azienda c’è la mano di Riccardo Cotarella e dei suoi collaboratori. Davvero un bell’esempio di ocme si deve muovere una cantin a sociale per restare sul mercato senza rinunciare alla sua funzione sociale.
www.laguardiense.it

5-Caracena Falanghina del Sannio 2014
Oppida Aminea
Ormai la cantina della famiglia Muratori è stata completata e Oppida Aminea è un’azienda sannita a tutti gli effetti anche se da parecchi anni si distingue per i suoi bei vini bianchi. La Falanghina intepretata da Francesco Iacono è classica, molto giocata sulla sapidità e la freschezza, decisamente interessante.
www.arcipelagomuratori.it

6-Falanghina del Sannio 2014
Mustilli
La Falanghina storica, affidabile, in bottiglia ormai dal 1979. Lo stile voluto dall’enologo Fortunato Sebastiano riconduce alla essenzialità e alla semplicità del bianco nella sua purezza, centrando un bellissimo intreccio tra frutta e mineralità. Da abbinamento a un numero incredibile di piatti.
www.mustilli.it

7-Falanghina del Sannio 2014
Nifo Sarrapocchiello
L’allievo di Luigi Moio si caratterizza ormai per la totale affidabilità dei suoi bianchi. Dopo tante stagioni con gli occhi puntati sull’Alenta, noi ripieghiamo invece sul bianco base che, nonostante la difficilssima stagione, si presenta fresco e pulito, con un bellissimo allungo sapido e amaro nel finale.
www.nifo.eu

8- Fois Falanghina del Sannio 2014
Cautiero

Fulvio cautiero non sbaglia mai questa etichetta. Ha la mano per questo vitigno la cui frutta viene da coltivazioni biologiche che lo vedono costantemente impegnato in vigna senza risparmio. La lavorazione in acciaio completa il lavoro in cantina e nel bicchiere troviamo bel frutto e mineralità
www.cautiero.com

9-Biancuzita Falanghina del Sannio 2014
Torre a Oriente

Anche questa bella azienda del Taburno riesce ad esprimere ormai da qualche anno un bel bianco ricorrendo a un segreto che non è tale: aspettare prima di imbottigliarlo e di metterlo in commercio. Un bianco sottile, lungo, fruttato, molto piacevole, con un grande finale che invita a rinnovare il sorso.
www.torreaoriente.eu

10-Falanghina del Sannio 2014
Aia dei Colombi
Ci piace sempre questo bianco e lo troviamo particolarmente centrato: i primi assaggi in vasca sono stati confortanti e adesso in bottiglia si esprime molto bene. L’azienda di Marcellino Pascale si distingue sempre per le esecuzioni semplici e una grande capacità di interpretare il millesimo.
www.aiadeicolombi.it