Falanghina del Taburno 2004 doc

Letture: 87

CANTINA DEL TABURNO
Uva: falanghina
Fascia di prezzo: da 1 a 5 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Ecco cosa è per me il bianco che non conosce crisi: buono, tipico, economico. Nella mitica bottiglia renana che segnò il successo della Falanghina all’inizio degli anni ’90. L’abbiamo provata servita come aperitivo, ma va benissimo su tutti i piatti di mare e sui formaggi a pasta filata: l’annata 2004 è carica di profumi, Moio ha insistito sulla concentrazione e sulla frutta conservando in bocca le caratteristiche di sapidità e mineralità del vitigno. Cosìcché abbiamo un bicchiere di carattere, preoccupato di piacere ma non banale, un buon esempio del fantastico territorio del Taburno. Giallo paglierino,al naso è intensa e persistente con sentori di frutta bianca, in boccala Falanghina della Cantina del Taburno entra calda, abbastanza morbida, mlto persistente, grassa e di buona struttura. La conferma di una solida realtà produttiva fondata sulla grande passione di quanti cilavorano. Da bere, da bere, da bere.

Sede a Foglianise, via Sala
Tel. 0824.871338, fax 0824.878898
Sito: http://www.cantinadeltaburno.it
Email: info@cantinadeltaburno.it
Enologo: Filippo Colandrea
Bottiglie prodotte: 1.500.000
Ettari: nessuno
Vitigni: aglianico, piedirosso, falanghina, coda di volpe, greco, sangiovese, merlot