Falanghina Sant’Agata dei Goti 2004 doc

Letture: 32

MUSTILLI

Uva: falanghina
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

La mia passione per questa bianco che ha fatto storia in Campania non è un mistero, come pure l’affetto che mi lega alla famiglia Mustilli, veri pionieri dell’enoturismo in Campania. Ecco perché quando mi trovo davanti alla loro falanghina c’è sempre un pizzico di emozione, poi andando a leggere appunti  e date ti accorgi che erano quasi due anni esatti che non ne scrivevo: sì perché alcuni vini sono un po’ come gli scavi di Pompei, tanto ci passo e poi magari non li visiti per dieci anni. Pensavo esattamente a questo quando nella Carta dei Vini della Spina Santa di Giffoni Valle Piana ho beccato la falanghina 2004 di cui avevo parlato a lungo con l’ingegnere Leonardo, Anna Chiara e Paola durante la preparazione del libro sulla Falanghina insieme ad Antonella Monaco. Loro sostenevano che sarebbe stata una bella annata per i bianchi a dispetto di quanto stava succedendo e delle previsioni nere fatte su tutta la stampa generalista: al Vinitaly ho cominciato a dare loro ragione provando gli spettacolari bianchi del Sannio, a giugno la conferma parziale soprattutto con il Greco di Tufo durante la degustazione coperta organizzata da Go Wine a Serino. Infine le continue verifiche sul campo: sino a questa. La Falanghina 2004 di Mustilli ha un bel giallo paglierino brillante, profumi di frutta bianca intensi e persistenti, una buona spinta acida ben equilibrata dalla maturazione del frutto e dall’alcol: il bicchiere sostiene così preparazioni anche abbastanza strutturate come un rombo con i pezzetti di pane passati in padella. Bisogna considerare infatti lo strepitoso rapporto tra la qualità e il prezzo, competitivo anche con i bianchi siciliani che ormai si stanno affacciando con autorità in tutti i ristoranti. Mustilli è però una di quelle aziende di esperienza, la testa sempre sopra le spalle e i rincari hanno seguito l’inflazione più che il boom commerciale e mediatico del fenomeno vino. Ripetiamo, allora: non potete dire di conoscere il vino campano se non l’avete bevuta. 

Sede a Sant’Agata dei Goti, via dei Fiori, 20. Tel. 0823.774433 , fFax 0823 717619 . E mail: info@mustilli.com. Sito www.mustilli.com. Enologo: Mauro Orsoni. Ettari: 21 più 13 da reimpiantare. Bottiglie prodotte: 150.000. Vitigni: aglianico, piedirosso, merlot, falanghina, greco