Falerno del Massico bianco 2006 doc

Letture: 65

VILLA MATILDE

Uva: falanghina
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Prima uscita di questo bianco ormai divenuto un classico durante la cena di gala organizzata al Savoy Beach al termine della prima giornata di lavori nel corso del quale si sono radunate all’ombra dei templi tutte le aziende seguite da Riccardo Cotarella. In realtà si tratta, pochi lo sanno, di una falanghina in purezza dai toni più rotondi di quella che la stessa azienda produce con la Roccamonfina igt. Le vigne sono in pianura, vicino l’azienda, hanno una escursione termica abbastanza limitata, ma il lavoro in campagna, quello in cantina e l’annata tutto sommato abbastanza favorevole regalano un prodotto equilibrato, in ottimo rapporto tra qualità e prezzo, bisognoso solo di una ulteriore composizione in bottiglia, magari con una punta di freschezza in meno rispetto alla quale siamo stati abituati, motivo per il quale la beva si blocca a mezza strada dopo un ingresso sontuoso e deciso, infatti, ci si aspetterebbe una trama più lunga e convincente. Vedremo allora l’evoluzione prossima, intanto lo segnaliamo su preparazioni di pesce non troppo esasperate, come la cupoletta di seppie e carciofi preparata ieri dallo chef Matteo Sangiovanni alla ben si è abbinata.

Sede a Cellole,  Via Domitiana, 18, Km 4,700. Tel. 0823 932088, fax 0823 932134. E mail: info@fattoriavillamatilde.com , sito www.fattoriavillamatilde.com. Enologo: Riccardo Cotarella. Ettari: 90 di cui 62 vitati. Bottiglie prodotte: 550.000. Vitigni: aglianico, piedirosso, abbuoto, coda di volpe rosso, falanghina, coda di volpe