Fettucce con talli, fiori di zucca e acciughe

Letture: 463

 

Fettucce con talli, fiori di zucca e acciughe di Cetara

Voglia di pasta e nostalgia di Roma. Acciughe e fiori di zucca. In attesa di riprovare quanto prima questo mitico abbinamento sulla mitica pizza di Giancarlo Casa de La Gatta Mangiona provo a mettere insieme le ultime acciughe di Cetara sott’olio della mia dispensa con un mazzetto di talli, una zucchina una (gigantesca, di orto) e un po’ di fiori di zucca stremati – come me – dal caldo. Per la pasta ho scelto le fettucce di Garofalo, un formato di grande resa e duttilità. E vai.

 

 

Ingredienti per 4 persone:

400 gr di fettucce Garofalo
1 zucchina grande (c.ca 200 gr)
8 filetti di acciughe sott’olio di Cetara
1 mazzetto di talli (circa 300 gr)
1 spicchio di aglio
qualche foglia di basilico
olio extravergine di oliva e sale q.b.

 

 

 

Lavate e togliete ai talli le foglie e i gambi più duri. Tagliate a dadini la zucchina. Fate sbollentare entrambi in acqua per qualche minuto. A parte, in una padella larga e capiente lasciate imbiondire l’aglio (che poi toglierete). Aggiungete a fuoco medio le acciughe facendo attenzione a non farle soffriggere. Aggiungete i talli sminuzzati e i dadi di zucchina, lasciate cuocere per dieci minuti (allungando se necessario con qualche mestolino di acqua della pasta che nel frattempo avrete messo sul fuoco). Unitevi per ultimi i fiori e lasciate andare il tutto per altri cinque minuti, con solo un pizzico di sale, a seconda del gusto. Cuocete le fettucce al dente e mescolate tutto in padella, a fuoco alto per un minuto. Prima di servire aggiungete qualche foglia di basilico fresco.

Virginia Di Falco

 

7 commenti

  • carla

    (29 agosto 2011 - 17:52)

    Mamma mia! Pur non sapendo cosa sono i talli e se li ho mai mangiati, ‘sto piatto mi delizia assai…Avrà il sapore di questo ultimo respiro d’estate..

  • Sonia

    (29 agosto 2011 - 18:35)

    Cara Virginia,la tua bravura ed originalità è ben nota.Ma immedesimati in noi poveri mortali che non possediamo la tua maestria!!!!!!
    Ricetta appettitosa ed accattivante. Ma cosa sono i talli? Non ci mortificare così costretti a mettere a nudo la nostra ignoranza.
    Ma la ricetta è ugualmente gustosa senza talli? Chi si accontenta gode……….

  • Rita

    (29 agosto 2011 - 19:36)

    Da Wikipedia : “tallo, in botanica, è il corpo vegetativo di organismi unicellulari, coloniali o anche pluricellulari. Il tallo si contrappone al cormo, corpo vegetativo delle piante superiori, che si presenta invece suddiviso in radici, fusto e foglie. Gli organismi vegetali costituiti da un tallo erano classificati, quando si parlava di regno vegetale, come gruppo delle tallofite.”
    In parole povere: “L’Cimchcozz” o cime di zocca (il fiore non ancora sviluppato) – Talli di zucchine
    :-))))

  • eve

    (30 agosto 2011 - 10:54)

    io vorrei essere lì a mangiarle, semplicemente. perchè le paste con le zucchine, che si fanno in nmila modi diversi, vanno onorate, tutte (forse ad eccezione di quelle con la panna) e questa che unisce fiori e frutti, in particolar modo. Brava Virginia!

  • Angelina Ballerina

    (30 agosto 2011 - 12:52)

    Grazie Virginia. Secondo me dovresti organizzare un evento in cui si possono assaggiare i piatti che prepari. Non possiamo soltanto vederli e mai assaggiarli!!!! Cosa ne pensi?

  • Maura C.

    (30 agosto 2011 - 14:49)

    Bellissima e buonissima ricetta!
    Virginia ci stupisci sempre! Ha ragione Angelina ora… vorremmo assaggiarli!

  • marella

    (30 agosto 2011 - 16:01)

    L’imperativo è recuperare gli ingredienti a stretto giro e replicare…vuoi mettere la soddisfazione di preparare da sola questa squisitezza!
    Ma eventuali inviti ad eventi non saranno rifiutati.

I commenti sono chiusi.