Feudo Antico, la cantina della doc Tullum

Letture: 681
Andrea Di Fabio

di Marina Alaimo

Quello che ha di straordinario ed unico il territorio della piccolissima doc Tullum , è che in circa mezzora d’auto ci si può recare dalle spiagge del Mare Adriatico alle alte vette del Massiccio della Maiella.  E’ un territorio di produzione dell’Abruzzo ancora poco conosciuto, infatti la doc Tullum, composta da appena 300 ettari, è nata nel 2008 con lo scopo di valorizzare l’antica tradizione vitivinicola di queste zone. E’ compresa nel comune di Tollo e la giovane azienda Feudo Antico ha avviato su queste colline un lavoro di valorizzazione dei vitigni tipici di questi luoghi, scegliendo dopo accurata mappatura dei vigneti, i cru più idonei ad ogni singola varietà d’uva. Tra i vitigni a bacca bianca troviamo passerina, pecorino e trebbiano d’Abruzzo, mentre tra i rossi domina il Montepulciano. L’azienda riunisce 20 soci, per lo più giovani, capitanati dal direttore Andrea Di Fabio. L’enologo è Riccardo Brighina che ha scelto di lavorare i vini bianchi ed il rosso base da Montepulciano esclusivamente in acciaio, per poi affinarli in vasche di cemento il cui utilizzo di recente è stato fortemente rivalutato.

Tullum Passerina 2010: di un giallo paglierino brillante. Il naso è fragrante nei toni agrumati ed erbacei, poi affiorano sentori di fiori gialli su una sottile vena minerale. In bocca è scorrevole ed agile, di buona freschezza e decisa impronta salina. Costo franco cantina 7 €.


Passerina 2010

Tullum Pecorino 2010: è sicuramente di impronta più decisa rispetto alla timida passerina, ricorda forse un po’ il fiano irpino. Il naso è intenso e prevalgono i profumi fruttai di pesca e susina, poi le note mediterranee di rosmarino e lavanda. In bocca il sorso è ricco ed avvolgente e reso appagante da una freschezza quasi ruvida e da note saline ben definite. Costo franco cantina 7 €.

Pecorino 2010

Tullum rosso 2009: è il nome che prende  il vino da uve Montepulciano prodotto in questa doc. Il vino è lavorato esclusivamente in acciaio ed affina in vasche di cemento. Bel naso fruttato nei toni della ciliegia croccante e dei lamponi e leggera nota speziata di pepe verde. La semplicità e la fragranza espresse al naso trovano pieno riscontro in bocca, il sorso è di facile approccio, agile e scattante con la sua spinta freschezza e tannini in giusta tensione.


L’azienda possiede 14 ettari e produce 60.000 bottiglie all’anno.
Sede in via Perruna Tollo (CH). Tel. 0871 969128
info@feudoantico.it
   www.feudoantico.it

Un commento

  • Daniele

    (24 febbraio 2012 - 09:18)

    Complimenti Marina….la zona di Tollo, enologicamente, è stata “baciata” dal Signore!

I commenti sono chiusi.