Fiano 2006 Paestum igt

Letture: 82

ROTOLO

Uva: fiano
Fascia di prezzo: 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Al termine di una deliziosa e molto calda presentazione del libro sulle ricette del Cilento al Savoy di Paestum abbiamo ovviamente bevuto cilentano trovando ottima conferma per il Naima 2004, buona evoluzione del Vignolella di Barone e infine il Fiano Paestum igt di Alfonso Rotolo, giustamente proposto come aperitivo nei bar ad Agropoli. Di questo oggi parliamo anche in considerazione del fatto che dei tre solo questo non ha la sua scheda nel sito: giustamente come aperitivo, dicevo, perchè è un bianco non eccessivamente alcolico, già abbastanza morbido e dai profumi gentili di fiori di ginestra e un pizzico di camomilla. Insomma un bicchiere che non si impone per la potenza e la struttura, quanto piuttosto per l’equilibrio frutto di una stagione finalmente fortunata per questo vitigno come dimostrano infatti anche le etichette degli altri produttori che abbiamo degustato comparate per la prima volta nel corso della fiera biologica di Cicerale, vicino Paestum. Rispetto a quelli irpini, i Fiano del Cilento sono in questa fase ancora un passo in avanti anche se la distanza si sta progressivamente accorciando man mano che l’evoluzione in bottiglia procede. Come sempre, i vini delle zone calde partono prima. Non penso comunque che il Fiano base di Alfonso Rotolo possa vivere molto a lungo, una certa diluizione e la freschezza composta ci dicono comunque che siamo arrivati nella fase finale della maturazione, da qui ad un annetto inizierà sicuramente la ritirata. Bevetelo, davvero, allora come aperitivo, ottimo su una torta rustica o sulle magnifiche pizze di scarola o di spinaci proposte da Moccia a Napoli. La sua dolcezza di fondo gli consente solo l’abbinamento al calamaro e alla seppia imbottita, battuto, invece, dai crudi e soprattutto dalla sapidità tirrenica del pesce azzuro.

Sede a Rutino, Via San Cesareo, 18. Tel. 0974 830050. www.alfonsorotolo.it Enologo: Alfonso Rotolo. Ettari: 5 di proprietà e 2 in fitto. Bottiglie prodotte: 30.000. Vitigni: aglianico, fiano, piedirosso.