Fiano di Avellino 2002 doc di Mastroberardino

Letture: 164
Fiano di Avellino 2002 Mastroberardino

Uva: fiano di Avellino
Fascia di prezzo: da 10 a 15 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Il Fiano di Avellino è tra i vini bianchi italiani che meglio sanno cavalcare i tempi lunghi. Lo conferma la bottiglia vintage 2002 di Mastroberardino che Paolo Gramaglia del ristorante President di Pompei stappa con sicurezza sapendo di farci cosa gradita. Si brinda all’anno nuovo nel migliore dei modi: assaggiando i nuovi piatti del President che confermano la svolta nella cucina del ristorante iniziata a dicembre.

Nel bicchiere un unico vino, un Fiano straordinario che ha percorso come fosse una semplice passeggiata i suoi dodici anni, senza esitazioni o segni di stanchezza.

Il vino esprime grande energia che gli consentirà di assecondare la sua naturale ambizione di andare molto lontano gratificando la fiducia di chi ha sempre creduto ed investito con sana ostinazione nelle sue potenzialità.

Già il colore oro brillante annuncia una forma straordinaria  e grande capacità espressiva. Al naso fa presto a dichiarare la propria esuberanza e voglia di sedurre con piglio sicuro sostenuto dai toni mediterranei decisi di rosmarino e salvia.

La sottile speziatura di pepe bianco e anice stellato lo rendono intrigante mentre il frutto integro e appena maturo racconta la voglia di sfidare il tempo ancora per molto. Lo conferma ampiamente la viva freschezza del sorso che corre veloce, salato e gustoso, appena tostato.

Sembra creato apposta per accompagnare uno dei piatti più golosi in questo momento al President: il riso e la genovese, con spuma di parmigiano e tocchetti di lingua e muscolo appena tostati. Il piatto è ricco nel sapore per la presenza della cipolla ramata di Montoro cotta al punto giusto insieme alla carne, senza strafare, mantenendo la sua vivacità di aromi e acidità.

Il riso e la genovese riso Carnaroli mantecato con leggera genovese, spuma di parmigiano, lingua e muscolo croccante

Già dopo il secondo assaggio vuole il vino per interrompere l’intensità dei sapori e ampliare il piacere del gusto così decisamente stimolato e il fiano 2002 di Mastroberardino ha tutta l’eleganza e la struttura per accompagnarlo in armonia, senza mai forzare l’equilibrio.

Sede ad Atripalda, Via Manfredi, 75-81. Tel. 0825 614111, fax 0825 611431.  www.mastroberardino.com. Ettari: 140 di proprietà e 60 in conduzione. Bottiglie prodotte: 2.500.000. Vitigni: aglianico, piedirosso, fiano di Avellino, coda di volpe, greco di Tufo, falanghina.

Questa scheda è di Marina Alaimo