Fiano di Avellino 2002 doc Marsella

Letture: 72

Uva: fiano di Avellino
Fascia di prezzo: da 10 a 15 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Quando mi trovo di fronte a esperienze come questa davvero mi chiedo come sia possibile bere il Fiano e il Greco giovani, cioé a meno di due anni dalla vendemmia. Sarebbe come mangiare sempre parmigiano e pecorino freschi appena fatti dal casaro senza aspettare la stagionatura necessaria. Alla Cantinella del Mare di Vibonati non c’è stata partita per lo Chante-Alouette 2002 Hermitage di Chapoutier, arrivato decisamente stremato dopo cinque anni di vita rispetto al Fiano della stessa annata che, tanto per chiarire, non è neanche di quelle che si sono potute archiviare con soddisfazione. Il colore segnala l’evoluzione in corso, un giallo paglierino carico quasi oro, al naso si disvela la prima enorme ricchezza di questo bianco con sentori di miele di castagno, zafferano, frutta gialla matura e una nota di idrocarburi che in bocca acquista un ruolo di protagonista. Un Fiano evoluto, si badi bene, l’impressione infatti è che il suo Nadir sia stato ormai raggiunto e che davanti ci sia un lento e piacevole declino durante il quale si esprimeranno ancora molte meraviglie. Ma è la bocca a farci dire che la storia non è finita, il capolinea ancora lontano, perché c’è la consueta e immancabile freschezza capace di regalare emozioni e forza integra a questo fiano. Siamo convinti che questa storia vale per la maggior parte dei Fiano in commercio, ma sicuramente quello di Guido ha una marcia in più per la lavorazione in vigna e per l’affinamento più lungo in vasca e in bottiglia rispetto a tutti gli altri, cinque o sei mesi, a seconda dell’annata, che fanno la differenza come stiamo ben verificando con il millesimo 2006 che solo adesso è possibile iniziare, dico iniziare, ad apprezzare in qualche interpretazione. E allora, un buon lavoro, bevuto su piatti molto spinti come il nero di seppia e il suo crudo o anche sul semplice pacchero al pomodorino di Corbara: le note dolci evolute e la struttura hanno infatti fronteggiato bene una ricetta semplice ma energica come noi tutti ben sappiamo.

Sede a Summonte, via Marone 1. Tel. 0825.626555. Fax 0825.624374. www.guidomarsella.com Enologo: Guido Marsella. Ettari: 23 di proprietà. Bottiglie prodotte: 30.000. Vitigni: fiano di Avellino