Fiano di Avellino 2006 docg Colle di San Domenico

Letture: 60

Uva: fiano di Avellino
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

La vendemmia 2006 ai nastri di partenza è sicuramente superiore alla precedente, ma non mancano i problemi, in particolare per il Fiano che, sinora, in tutte le degustazioni, ha mantenuto un passo indietro rispetto al Greco. In attesa di vedere l’evoluzione di questa corsa, ogni anno ricca di fascino ed entusiasmante, confermiamo questa verifica anche per questa azienda in costante ascesa qualitativa, capace di sfoderare un Greco di grande potenza. Ma anche il Fiano presenta uno spettro molto interessante e accattivante appena si dissolve un leggero sentore ossidato che all’inizio copre la pera bianca. Di grande intensità e persistenza, in bocca appare ancora leggeremente scomposto ma con buona struttura e freschezza da vendere, sicuramente un bianco poco omologato alle batterie che ormai capita di sentire in tutta Italia. In questa buona azienda fondata ormai una decina di anni fa alle porte di Montemarano sta lentamente avvenendo il passaggio generazionale ed è un segnale sicuramente incoraggiante. Grande rapporto tra qualità e prezzo, sono molti che devono faticare a starle dietro. Il Fiano gentile e scontroso 2006 inizieremo a berlo non prima di settembre, abbinandoci senza dubbio piatti di mare richiamati dalla ricchezza di sali minerali e dalla sapidità.

Sede a Chiusano di San Domenico. Strada Statale Ofantina, km 7,5. Tel. 0825.985423. www.colledisandomenico.it Enologo: Ottavio Santucci. Ettari: 20 in conduzione. Bottiglie prodotte: 200.000 Vitigni: aglianico, coda di volpe, falanghina, fiano di Avellino, greco di Tufo.