Fiano di Avellino 2006 docg Villa Raiano

Letture: 28

Uve: fiano
Fascia di prezzo: dai 10 ai 15 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

E’ così! Ognuno di noi ha parenti o amici stretti cui regalano del vino e non lo meritano. Sì perché sono quelli che li custodiscono con poco interesse in cantine e garage d’inverno troppo freddi e infuocati d’estate. E’ sempre una lotteria aprire una bottiglia di vino a casa loro. Ma a questi personaggi poco interessa tanto gliele regalano e non bevono granché. Ammetto che l’ingiustizia della cosa un po’ mi ferisce. Ho scovato dunque, in uno sgabuzzino contieni tutto, a casa di questa persona anonima che per comodità chiamerò “mia madre” (!), una bottiglia di Fiano di Avellino Villa Raiano 2006.
Abbiamo deciso di provarla ed il vino era presente. Villa Raiano è una realtà che mi piace. Ha dimostrato negli ultimi anni una costanza qualitativa determinata e convincente che avvicina esperti e appassionati. L’azienda di Serino, in Irpinia, nata nel 1996 ha lavorato bene in questi anni e nel suo percorso ha costruito a piccoli passi. La bottiglia in degustazione ha conseguito un certo successo. Di colore giallo paglierino carico con brillanti riflessi dorati, al naso, si apre subito complesso e intenso.
Percepisco d’impatto la frutta matura a pasta gialla, un po’ di frutta tropicale emerge delicata con l’ananas e la mela segue decisa. Su questa complessità trovano poi spazio la nocciola e sentori minerali. Al gusto, seppur morbido, risulta subito fresco e la mineralità si fa largo con estrema eleganza.
La bocca è decisamente diversa. Il bicchiere è pulito ed iI palato viene investito da note erbacee, fiori bianchi e sensazioni agrumate dominano la bottiglia. Poi di nuovo la frutta, non così insistente come al naso, ma ben inserita in un complesso gradevole, ricco, morbido e fresco. In tavola lo proverei con della carne bianca come straccetti di pollo leggermente impanati con pangrattato e noci. Io ho già adocchiato qualche altra bottiglia interessante nello “spazio contieni tutto”, ma intanto mi godo questo Fiano che m’è davvero piaciuto.

Questa scheda è di Sara Marte

Sede in via Nocelleto, 28B – Zona industriale in San Michele di Serino (AV)
Tel. 0825.595663 Fax 0825.595361
Sito: http://www.villaraiano.it
Enologo: Luigi Moio
Ettari: 17
Vitigni: Greco di tufo, Falanghina, Fiano, Aglianico