Verticali e orizzontali
2

I fiano di Avellino 2009, 10, 11, 12 di Rocca del Principe all’Enoteca Treqquarti di Somma Vesuviana

28 febbraio 2016
da sinistra Ercole e Aurelia Zarrella, Marina Alaimo e Massimo Petrone

da sinistra Ercole e Aurelia Zarrella, Marina Alaimo e Massimo Petrone

di Marina Alaimo

Il Fiano di Avellino di Rocca del Principe ha molto seguito di pubblico all’enoteca Treqquarti di Massimo Petrone nel centro storico di Somma Vesuviana. Viene apprezzato sia all’ora dell’aperitivo che a cena e quindi era ormai d’obbligo organizzare un incontro con il produttore Ercole Zarrella. I suoi vigneti sono a Lapio, sulla collina Arianello, famosa tra gli eno appassionati per essere uno dei migliori cru di fiano di Avellino. Lapio è una zona particolarmente vocata per la viticoltura, specializzata nella produzione di fiano solo negli anni 70.

il Fiano di Avellino di Rocca del Principe

il Fiano di Avellino di Rocca del Principe

Ercole racconta che qui prima di questo periodo nel quale la famiglia Mastroberardino ha avuto l’intuito di investire nel fiano, era l’aglianico a farla da padrone tra i filari. Di uva fiano ce n’era poca ed era utilizzata dai contadini per produrre uno spumante da uso personale. Ogni cosa qui gioca a favore della viticoltura ed è l’unica zona in cui due docg irpine si incontrano, Taurasi e Fiano di Avellino, mentre nel resto dell’areale i territori dei singoli disciplinari sono unici e ben distinti tra loro. Il suolo è sciolto con un alto strato di ceneri vulcaniche in superfice, sotto il quale il terreno è in prevalenza calcareao. Il clima è freddo e con forti escursioni giorno notte per l’altitudine che va oltre i 600 metri s.l.m., le vigne sono ben soleggiate e ventilate. Qui Ercole e sua moglie Aurelia curano personalmente 6,5 ettari di vigneto che si tramandano in famiglia da diverse generazioni. Seguendo una consuetudine familiare, il fiano si fa macerazione sulle bucce in fermentazione e, seguendo poi un’idea personale, viene lavorato unicamente in acciaio. Nel tempo hanno selezionato i cloni di fiano di Lapio per impiantarli nei propri vigneti.

Enoteca Treqquarti

Enoteca Treqquarti

In degustazione di quattro annate, 2009, 10, 11, 12, il fiano Rocca del Principe ha rivelato un carattere eccezionale, di grande spessore, confermandosi una delle migliori espressioni.

Annata piuttosto calda e asciutta la 2009, il vino in apertura si racconta tra toni minerali e leggermente fumè, poi frutta di pesca gialla matura e spezia di anice stellato. Il sorso è pieno e scorrevole, energico nella freschezza.

Strepitosa e da attendere l’annata 2010, l’andamento regolare del clima ha permesso al vino di esprimersi al meglio. Da attendere ed inseguire al naso, fa pensare ad un riesling per i sentori di idrocarburi e muschio bianco, delicato nei toni di gesso, fruttato di pera. Anche il sorso sa sedurre gli ospiti attentissimi al suo racconto: ha materia ben sostenuta dalla freschezza vibrante, ma mai fuori dalle corde, lungo e salino in chiusura.

Enoteca Treqquarti, timballo di pasta alla napoletana

Enoteca Treqquarti, timballo di pasta alla napoletana

Le piogge ritardano la vendemmia del millesimo 2011, ancora diverso nel bicchiere: agrumato, nocciola tostata, giglio bianco e torna il filo conduttore della mineralità.   All’assaggio si conferma anche in questo caso un grande fiano, di carattere e spinto nella freschezza.

Enoteca Treqquarti, baccalà con tarallo napoletano e scarola con olive e capperi

Enoteca Treqquarti, baccalà con tarallo napoletano e scarola con olive e capperi

La 2012 raggiunge i toni dell’eccellenza ritrovati nella 2010. Mostra colori e toni giovani, croccante nei profumi di pera, giglio bianco, appena fumè e tostato di nocciola. Più snello e tagliente nella freschezza, cristallino e da attendere con grandi aspettative .

Enoteca Treqquarti, crema di mascarpone con pera e buccia di limone del Caffè Masulli

Enoteca Treqquarti, crema di mascarpone con pera e buccia di limone del Caffè Masulli

 

L’enoteca Treqquarti è in via Gramsci 15 Somma Vesuviana (Na) www.treqquarti.it

2 Commenti a “I fiano di Avellino 2009, 10, 11, 12 di Rocca del Principe all’Enoteca Treqquarti di Somma Vesuviana”

  1. walter scrive:

    Complimenti grande vino, mi dispiace il ristorante non ci sono mai stato.

  2. Alessandro scrive:

    Che bella serata…
    Complimenti a Massimo: una proposta davvero di qualità a cui non manca mai l’entusiasmo!

Lascia un Commento