Fichimori 2004 Salento igt

Letture: 126

TORMARESCA

Uva: negroamaro
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Nato nelle cantine Tormaresca, questo singolare vino rosso è figlio della tenuta più a sud delle due di proprietà del Gruppo Antinori in Puglia, Maime. Qui, i vigneti di Negroamaro, incastonati tra ulivi, boschi, e vegetazione spontanea, sono allevati con metodologie che coadiuvano i più tradizionali metodi salentini di coltivazione ed i più innovativi sistemi di produzione, così come trait d’union tra la vecchio e nuovo vuole essere il Fichimori. Desiderio del produttore era, infatti, creare un rosso da potersi bere “ben freddo”, come recita la sua etichetta, utilizzando uno dei più tradizionali e robusti vitigni autoctoni pugliesi, il negroamaro, vinificato con la nuova metodologia della macerazione a freddo, con l’intenzione di realizzare un vino rosso con tannini morbidi ed aromi fragranti. Il risultato è dunque un rosso che potremmo definire “atipico”, leggero, con un grado alcolico (12,5°) adatto alla calda estate pugliese, così come la sua temperatura di servizio (10°). Nel bicchiere ritroviamo un accattivante colore rubino e profumi fruttati che anticipano la consistenza leggera ed il maggiore impatto di sapidità e freschezza rispetto al tannino. La delicata persistenza e la versatilità di abbinamento di questo vino lo rendono particolarmente amato dal pubblico giovanile. Da bersi come aperitivo fra amici o a tutto pasto su semplici e leggeri piatti estivi, il Fichimori, è di certo un modo quantomeno nuovo di interpretare il vino rosso, tanto per chi resta legato alla forte e tradizionale espressione del vitigno, quanto per coloro i quali ne abbiano gradito questa nuova interpretazione.

Questa scheda è di Giorgia Benvenuto

(gbenvenuto@libero.it)

Sede amministrativa a Bari, via Amendola, 201/9. Tel 080 5486943, fax 080 5529498 –www.tormaresca.it  tormaresca@tormaresca.it  Tenute: -Bocca di Lupo Minervino Murge (Ba) – Masseria Maime San Pietro Vernotico (Br). Enologo: Renzo Cotarella con la collaborazione di Davide Sarcinella. Ettari: 350 di proprietà. Bottiglie prodotte: 1.100.000. Vitigni: fiano, moscato reale chardonnay, primitivo, negroamaro, cabernet sauvignon