Salento 2016, andare dai Bros a Lecce è la prima cosa da fare

Letture: 4050
Giovanni e Floriano Pellegrino con Isabella Poti'
Giovanni e Floriano Pellegrino con Isabella Poti’

di Enrico Malgi

Floriano Pellegrino l’aveva giurato a se stesso che un giorno avrebbe portato a compimento il suo progetto di vita e così è stato: aprire un ristorante a Lecce insieme con i suoi fratelli!

Ristorante Bros, Ingresso
Ristorante Bros’, Ingresso

Ho conosciuto Floriano qualche anno fa nel suo Salento poco più che ventenne (adesso ha 25 anni) quando era ancora in fase di lancio, ma s’intuiva subito che era un predestinato ed un vincente, perché nei suoi occhi si leggeva una grande determinazione, insieme a tanta voglia di emergere.

Piazza San Oronzo a Lecce di notte
Piazza San Oronzo a Lecce di notte

E così a distanza di tempo, e dopo moltissima gavetta fatta presso i più rinomati ristoranti stellati europei, ha finalmente coronato il suo sogno: quello di aprire un ristorante gourmet tutto suo insieme con i fratelli, anch’essi formatisi in giro per l’Europa, in terra salentina.

Ristorante Bros, Interno
Ristorante Bros’, Interno

Il ristorante si chiama Bros’ – brothers, fratelli appunto, anche se sono Floriano e Giovanni, perché nel frattempo Francesco ha preferito disimpegnarsi e tentare un’altra strada – ed è collocato proprio nel cuore della bella città barocca di Lecce, vicino alla centrale Piazza Sant’Oronzo. A dare una mano in cucina, però, ci pensa la giovanissima e bella sous e pastry chef Isabella Benedetta Potì, recentemente investita del titolo di “Chef Emergente 2016 del Sud Italia”.

Floriano nel corso degli anni ha imparato i segreti di tanti chef stellati con cui ha collaborato e così nel suo piccolo ristorante mette in pratica tutti gli insegnamenti ricevuti e le esperienze vissute. Ne viene fuori una moderna cucina d’autore e che nel piatto predilige la tecnica, la fantasia, la leggerezza, le consistenze, l’acidità ed i giusti equilibri, senza tralasciare tuttavia la tradizione territoriale. Perché la cucina deve essere anche semplice ed essenziale e richiamare soprattutto la cultura locale, favorendo l’utilizzo di tutte le materie prime disponibili. Ed il Salento da questo punto di vista rappresenta una miniera inesauribile, con un’infinita fruibilità di eccellenti prodotti sia di mare e sia di terra. E questo Floriano l’ha capito fin dall’inizio della sua avventura. Per questo ha rinunciato ad un’allettante proposta da parte del suo mentore, maestro ed amico Martin Berasategui, chef basco pluristellato che gli voleva aprire un ristorante da gestire in proprio in altra parte d’Italia. Ed invece Floriano, fedele alla sua filosofia, ha preferito aprire a Lecce, perché è qui che ha le sue radici ed è qui che tutto è incominciato.

Non vi dico quello che ho assaggiato al Bros’, tanto prima di me ci ha pensato il “boss” nella sua recente visita. Vi dico soltanto che sono uscito molto soddisfatto dal ristorante.

Si è fatta passata mezzanotte e per le strade impazza la movida leccese. Le luci disegnano coreografici e splendenti ghirigori.
Hai fatto proprio bene caro Floriano a resistere alle sirene che ti volevano portare lontano da qui! Ad maiora!

 

Foto di Enrico Malgi

Ristorante Bros a Lecce
Via degli Acaya, 2
Tel. 0832 092601 – www.brosrestaurant.it

Coperti: n. 30
Locale aperto a pranzo e cena
Degustazione 3 portate a 25 euro. 8 portate 64. Alla carta sui 50 euro