Fonte Cupa Pecorino 2006 Colli Aprutini igt

Letture: 376

CAMILLO MONTORI
Uve: pecorino
Fascia di prezzo: dai 5 ai 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Camillo Montori
E’ un bel po’ che i produttori Abruzzesi dirigono le loro energie verso questo vitigno: il pecorino. Certo è che, agli inizi, l’incostanza del prodotto, condizionò convinzione ed entusiasmo. Fortunatamente il desiderio di percorrere strade altre rispetto al Montepulciano ed al Trebbiano (nelle sue infinite varianti pure e impure!) ha aperto gli occhi sulla consapevolezza di poter ottenere da questo vitigno la tipicità che tanto piace ad esperti ed al mercato nazionale declinando il Pecorino come vino di estremo interesse gustativo e qualitativo. Le strade del vino sono infinite! Basta avere cura e attenzione d’esplorarle!
La mia personale strada, o meglio, quella di gentili amici di famiglia abitanti della bella terra d’Abruzzo, mi ha portato una bottiglia di Fonte Cupa, pecorino 2006 di Camillo Montori. La cantina è situata nella zona del Controguerra D.O.C. e delle colline Teramane: dolci colline e grande vicinanza al mare, che per il vino è dir molto.
L’azienda nasce negli anni 60 ma la tradizione vinicola da molto prima. L’impostazione è familiare, la mentalità apre invece i propri prodotti non solo in nazione ma anche in Europa con buoni sbocchi in Giappone, Stati Uniti e ultimamente in Cina. In degustazione il Pecorino -Fonte Cupa è di colore giallo paglierino carico. Al naso si apre subito con una fresca nota agrumata che risulta piena ed elegante. La frutta succosa e matura si riconosce nel bicchiere.
Mi sembra di percepire la mela nel fondo ed una mineralità leggera ma presente. Ciò che colpisce al palato sono delle note piacevolmente balsamiche assieme ad un bouquet di fiori inaspettato ed erbe aromatiche. Noto il biancospino. Molto invitante risulta l’equilibrio tra un impatto caldo in cui la componente alcolica gioca la sua parte ed una naturale freschezza. Infine, sapido e gradevole, croccante, s’impone al gusto con una buona persistenza.
Molto piacevole. In tavola lo abbiamo assaggiato con crostini di pane casereccio con fegatini di pollo, io lo proverei con del buon formaggio, magari una giuncata. Insomma rimanere in regione non è mai un errore. Godetene appieno!

Questa Scheda è di Sara Marte

La sede è in via Piane Tronto, 80, 64010 Controguerra in provincia di Teramo. Tel 0861 8099900 Fax. 0861 8099912 www.montorivini.it . E-mail : info@montorivini.it . Enologo: Donato Lanati. Ettari: 50 coltivati a vigneto. Vitigni: Montepulciano d’Abruzzo, merlot, trebbiano d’Abruzzo, pecorino, sauvignon, passerina.