Forbes, la top ten dei ristoranti di lusso

Letture: 99

Tre gli italiani: Ciarla a Roma, Boeucc a Milano, Acquarello a Monaco
Italia con tre locali e Giappone con due sono le superpotenze del food di qualità nel mondo. Almeno per la rivista Forbes nota per le sue classifiche sul lusso: due locali italiani compaiono nella lista dei ristoranti più cari del mondo pubblicata da Forbes. Una classifica che non bada evidentemente solo al prezzo, ma al servizio e alla posizione, visto che in Italia esistono molti ristoranti sicuramente più chiari. A Roma Alberto Ciarla, noto ai gourmet, ottiene la quinta posizione grazie al fatto che, al prezzo di 113 dollari a persona, si possono gustare sei tipi di pane e un menù che varia a seconda delle stagioni. Particolarmente apprezzato – scrive Forbes – il menu di pesce con lunguine al tonno, tagliatelle con mitili, grigliate e pesce spada.
L’altro, decimo in classifica, è  a Milano: si chiama Boeucc e ci si mangia con 62 dollari a persona. Spiega Forbes: “La giacca è obbligatoria in quello che viene considerato il più antico ristorante milanese (fondato nel 1696). Il servizio esperto lascia effettivamente intendere che lavorano da un bel po’ di tempo. Da provare – ma guarda un po’ – il risotto allo zafferano, di un piacevole colore giallo, o il vitello con il purée di patate”.
E visto che non si parla tanto di qualità, ma di soldi, la rivista  assegna il primato assoluto mondiale all’Aragawa di Tokyo, una steak house nel distretto di Shinbashi famosa per le sue bistecche anche perchè rappresentano l’unica opzione. Condite solo con mostarda e pepe. Ora, per mangiarsi un po’ di carne in questo tempio del lusso estremo, tocca spendere 368 dollari a persona.
Secondo posto al parigino Alain Ducasse a Plaza Athénée: 231 euro a persona. Il più recente dei tre ristoranti che portano questo nome, situato nel più grande albergo di Parigi, ha solo 50 posti, ma ben 55 camerieri. Il piatto forte del menu è la volaille de bresse, bistecca di una particolare specie di pollo allevato in Borgogna. Forbes previdente avverte il lettore: “Prima di prenotare il vostro volo per Parigi tenete conto che il ristorante è chiuso per un mese d’estate e a Natale”.
Londra conquista il terzo posto grazie al Gordon Ramsay dove si mangia con 183 dollari. Il locale prende il nome dallo chef che ha aperto il suo primo ristorante nel 1998. Il locale di Royal Hospital Road ha solo 13 tavoli e di questi solo cinque hanno due posti. Per mangiarvi occorre prenotare due mesi prima. Il menu include piccione con foie gras and.
Da sottolineare il fatto che, il ristorante di Monaco che ottiene la quarta postazione, si chiama Acquarello e, ovviamente, è ristorante italiano che propone pasta fresca: 125 dollari.
Dopo Ciarla, ci sono
Toronto: Sushi Kaji
Montreal: Queue de Cheval Steak House
Madrid: El Amparo
Shanghai: Whampoa Club
fonti: www.forbes.com , www.repubblica.it