Frappato 2008 Sicilia igt di Arianna Occhipinti, la chiocciola Slow Wine

Letture: 230

Arianna Occhipinti nella sua azienda (Foto di Leo Ciomei)

L’estate bussa alle porte, arriva il momento di vini più freschi, non troppo concettuali, ma soprattutto non difficili come l’Aglianico. Molti però confondono facilmente i termini della questione e parlando di bicchieri immediati o di facile lettura alludono anche ad una sorta di semplicità banalotta. Niente di più falso: da sempre la vera semplicità, nei modi in una persona come nei toni in un vino, è qualcosa di complesso da realizzare.


Pensiamo ad alcuni straordinari Piedirosso, ma adesso parliamo di un altro vino rosso da sballo. Viene dalla Sicilia, siamo a Vittoria, terra di grandi masse e Nero d’Avola massacrato dal napalm dei trucioli e infusi di cioccolata Nestlè negli anni ’90. Qui Arianna Occhipinti, una signorina di neanche trent’anni, ha impresso una svolta epocale allo stile siciliano impegnandosi in primo luogo in una agricoltura naturale e pulita. Dal 2010 usa anche preparati biodinamici per riequilibrare il terreno.
Presupposto a noi molto gradito ma certamente non esiziale nell’allungare la mano verso lo scaffale. Il punto è che questo Frappato 2008, vino slow di una azienda slow, è davvero entusiasmante e ricchissimo di sensazioni. La lavorazione è molto semplice, circa la metà, dopo la prima fermentazione alcolica, passa in legno grande, poi il blend.
La beva è appagante, lo proviamo proprio nell’azienda di Arianna in una bella giornata di Primavera: sapido sapido, fresco, lungo, ampio, di buon corpo e di alcol non eccessivo a 13 gradi. Un vino della convivialità, certo, lo innaffio con una pompa sulla parmigiana di melanzane o sulla pasta alla Norma tanto per restare in tema. Ma anche da solo, rosso laborioso e testardo come questa ragazza che ha trasformato la proprietà di campagna acquistata dai genitori negli anni ’70 in un modello da imitare. Ha studiato, si è laureata in Enologia, sgobba da mane a sera e produce buon vino. Davvero oggi, festa dei lavoratori, è la sua festa. Pardon, del Frappato, uva laboriosa a tavola.

Sede a Vittoria, Via Dei Mille, 55
Tel.339.7383580 www.agricolaocchipinti.it
Uve: frappato
Ettari: 9 di proprietà
40.000 bottiglie

2 commenti

  • fabrizio scarpato

    (4 maggio 2011 - 10:41)

    Bella foto: luce, muri, bottiglie aperte, bottiglie vuote, una chitarra, dischi, libri e un divano rosso davanti al camino. Disordine che testimonia vita piena e appassionata, pur con qualche fatica. Cosa vuoi di più dalla vita?

    • leo

      (4 maggio 2011 - 11:18)

      Grazie della bella foto ! anche il resto della casa/lavoro non è male :-)

I commenti sono chiusi.