Frutto del mare per Coltiviamo Talenti di Felice Pompei Scarano.

5/6/2017 197

Frutto del mare è la ricetta che Felice Pompei Scarano, chef di Tenuta Colle Rajano,  Ruviano (CE),
presenta alla prima edizione del premio Coltiviamo Talenti progetto ideato da Cosi Com’è e LSDM in collaborazione con Luciano Pignataro WineBlog. Le ricette saranno registrate su My Social Recipe.

Ingredienti per 4 persone

Per la vellutata

1 Barattolo di Datterino Rosso in Acqua di Mare Così Com’è

1kg di cozze del Mediterraneo

Olio all’aglio q.b.

Pepe bianco q.b.

Basilico q.b.

Gambi di prezzemolo q.b.

Sale q.b.

1 bicchiere vino bianco

 

Per la farcia dei fagottini

500 g di Mozzarella di bufala Campana  DOP

500 g di seppie atlantiche

Parmigiano q.b.

Erba cipollina q.b.

1 Barattolo di Datterino Giallo in succo Cosi Com’è

Buccia di limone q.b.

 

Per i pomodirini confit

1 Barattolo di Dolcimetà di Datterino Giallo Cosi Com’è

Zucchero a velo q.b.

Origano q.b.

Olio evo q.b.

 

Per la cenere di pomodoro

1 Barattolo di Doppio Concetrato di Datterino Rosso Così Com’è

 

Per la sfoglia di pasta al nero

500 g di farina

5 uova

Nero di seppia q.b.

Frutto del mare

Frutto del mare

 

Procedimento

Per la vellutata

Aprire le cozze in un tegame con olio all’aglio caldo e i gambi del prezzemolo, aggiungere i pomodorini, far scaldare e sfumare al vino bianco. Sgusciare le cozze, filtrare l’acqua in un colino a maglia fine e frullare il tutto. Aggiustare di sale e pepe, abbattere a positivo.

 

Per la farcia dei fagottini

Cuocere le seppie in padella insieme ai datterini, raffreddare, passare al bimby insieme alla mozzarella, l’erba cipollina e la buccia di limone, aggiustare di sale e aggiungere parmigiano per compattare. Abbattere in positivo.

 

Per i pomodirini confit

Disporre i pomodorini tagliati su una leccarda ricoperta di carta forno con la parte del taglio rivolta verso l’alto . Dopodiché salare e pepare a piacere. Aggiungere lo zucchero. Distribuire l’origano secco e infine versare un filo d’olio su ogni pomodorino. Infornare il tutto in forno statico preriscaldato a 140° C per circa 2 ore, fino a quando l’acqua di vegetazione dei pomodorini non sarà evaporata e questi non risulteranno leggermente abbrustoliti ma non secchi.

 

Per la cenere di pomodoro

Stendere il concentrato di pomodoro in teglia, inserire a forno statico a 40° C per 8/12 ore e lasciar disidratare.

 

Per la sfoglia di pasta al nero

Sciogliere il nero di seppia direttamente nelle uova. Per la pasta usare circa 100 g di farina per ogni uovo. Lasciare riposare l’impasto per circa 30 minuti per poi “stenderlo” non troppo sottile.

 

Composizione

Tagliare la pasta a fazzoletti quadrati e farcire, scaldare la vellutata e sbollentare i fagottini in acqua salata. Mantecare leggermente, aggiungere i pomodorini confit, impiattare e decorare completando con altri pomodorini confit, foglioline di basilico e cenere di pomodoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *