A fuoco la nuova trattoria di Cristian Torsiello

Letture: 1421
Cristian Torsiello
Cristian Torsiello

Come abbiamo appena finito di scrivere sul sito del Mattino, stanotte alcuni ignoti hanno incendiato la nuova trattoria che doveva essere inaugurata domani sera da Cristian e Tomas Torsiello.
L’idea era quella di aprire, proprio all’uscita di Colliano, ad un chilometro dalla superstrada che scorre lungo la fondovalle Sele, un luogo tradizionale a contraltare lo stellato Arbustico.
“Noi ci sporchiamo le mani, altri la faccia e la coscienza” ha commentato Cristian sulla sua bacheca di Facebook.
Noi possiamo solo esprimere solidarietà umana e sperare che questi mascalzoni, mossi da invidia, perché qui di delinquenza organizzata non ce n’è, la paghino cara.

8 commenti

  • patrizia

    (12 luglio 2016 - 09:39)

    Un commento è dovuto da parte mia perché ho subito un torto simile benché meno violento, ma costante, inesorabile e soprattutto indelebile. Penso che l’invidia abbia un netto vantaggio rispetto alle capacità imprenditoriali di alcuni soggetti e ho constatato che la gelosia riesce a mietere molte vittime grazie anche all’apporto di alcune fasce della società … a volte anche istituzionali . Solidarietà a chi ha il coraggio di resistere.

  • Giustino Catalano

    (12 luglio 2016 - 09:52)

    Anche l’invidia è un sentimento camorristico. Schifo totale.
    Più tardi chiamo Christian per offrirgli tutto il supporto mio e della mia struttura.
    Vergogna.

  • marco contursi

    (12 luglio 2016 - 10:21)

    Non ci sarà forse una delinquenza organizzata nel senso classico ma spesso nei paesi invidie e gelosie armano la mano e fanno fare cose molto cattive. Che li prendano e li sbattano al fresco (per modo di dire, 20 in una cella senza aria condizionata..ben vi sta)

  • andrea

    (12 luglio 2016 - 11:28)

    A Cristian e Tomas Torsiello va tutta la mia solidarietà per il danno morale e materiale subìto. In questi casi credo che il miglior rispetto verso chi ha subito tali manacce, è il silenzio. Peggiorare una situazione già compromessa, diventa solo un modo per istigare chi è coinvolto. Il mio augurio, che devono ricominciare con lo stesso spirito e energia, la loro forza è la giovinezza! “Non fermarsi mai”… In bocca al lupo!

  • Marco D'Amato

    (12 luglio 2016 - 12:15)

    Altra azione di dimostrazione del fatto che viviamo una democrazia ormai esistente solo su carta.
    In un territorio che sopravvive in assenza di LEGALITA’ , chi comanda???

  • giulia cannadabartoli

    (12 luglio 2016 - 13:04)

    Resistete Cristian e Tomas se vi hanno fatto questa schifezza è perchè hanno paura di voi ,ma non sono all’altezza di competere con voi e ricorrono alla violenza. rispondete con i fatti, andate avanti, ma non dimenticate. orgoglio, testa alta e coraggio, siamo tutti con voi
    propongo, se la cosa è fattibile, l’apertura di una sottoscrizione per dare una mano a Cristian e Tomas. #GloriosaOsteriaArbustico

  • Michele Racioppi

    (12 luglio 2016 - 19:43)

    E’ triste che persone che hanno deciso di non dimenticare la propria terra di origine e mettervi a disposizione le qualità e competenze maturate altrove vengano ripagati in questo modo. Dimostriamo solidarietà e vicinanza andando a trovare Cristian e Tomas più spesso ad Arbustico. Forza ragazzi! Un abbraccio.

  • Rocco Gervasio

    (13 luglio 2016 - 11:59)

    Credo che a spingere l’uomo a tali azioni, si dovrebbe ritornare indietro nel tempo, ma è giusto andare avanti, perchè questo è il monito per continuare sempre di più il tempo darà i suoi frutti. Auguri…mai mollare…!!!

I commenti sono chiusi.