Fusilli di Felitto, il Pastificio Christian Cioffi

Letture: 304
Christian Cioffi

di Marco Contursi

Non mi ero ancora ripreso da una scottante delusione in terra cilentana (ma si possono fare sott’oli con l’olio di mais ???) che ecco arrivarmi un messaggio su fb di un maestro pastaio cilentano che non conoscevo e che senza troppi giri di parole mi scrive :” Ho letto il suo pezzo sui problemi del Cilento, venga qui che le voglio far vedere che non è sempre così, un kg di fusilli è pronto per lei”. Cavolo, mi son detto, 1 kg di fusilli gratis non capita tutti i giorni!!! Certo, poteva essere una trappola di qualche cilentano incazzoso per farmi pagare le critiche (motivate) a taluni malcostumi locali, poi c’era da considerare che da casa mia a Felitto sono oltre 80 km, ma l’offerta era troppo ghiotta e decido di avventurarmi non senza aver caricato una confezione di ottimi pomodori san marzano Danicoop, uno dei miei biglietti da visita quando mi avventuro fuori zona.

signore all’opera

Mi accoglie Christian Cioffi, un ragazzo trentenne dall’aria simpatica con in mano il mio kg di Fusilli, almeno, mi dico, i fusilli esistono davvero e nella forma ricordano i bucatini. Mi racconta della sua immigrazione al contrario, dal nord ( dove si erano trasferiti i suoi originari di Felitto) a sud e del desiderio di trasformare una antica tradizione locale in un lavoro, con la speranza di invogliare altri giovani ad apprenderne la tecnica di cui sono depositarie le donne del paese. Acqua farina (purtroppo industriale, non avendo ancora trovato un mulino in zona che garantisca un approvvigionamento costante di farina locale) e 6 uova per kg di pasta, questi gli ingredienti uniti alle sapienti mani delle signore che collaborano con lui nel suo minuscolo ma attrezzato laboratorio. “Sai- mi dice –  pur se molto abili, due signore non riescono a fare più di 10-15 kg al giorno di fusilli fatti a mano, capite quanto lavoro vi è dietro?”. Capiamo, capiamo ma non posso non chiedergli di spiegarmi la differenza tra il fusillo di Gioi e quello felittese. “Cambia la forma del ferretto usata, più grande a Gioi, ricavato da vecchi ombrelli,  più piccola e meno sagomata a Felitto nonché il condimento, punta di vitello il primo, ragù di castrato il secondo con una generosa spolverata di cacio ricotta stagionato. Immancabile un generoso bicchiere di rosso locale ed una fetta di pane scuro cotto a fascine d’ulivo”.

l’arte di fare i fusilli

Attualmente i fusilli prodotti da Christian sono solo freschi, venduti in atmosfera modificata ma sta già pensando a come farli secchi per farli conoscere in tutta Italia. Non vi è attualmente a Felitto nessun altro laboratorio di pasta artigianale che lo produca garantendo la tracciabilità del prodotto a tutela del consumatore, mentre permane l’usanza di farlo in casa e di venderlo in vassoi di cartone con un po’ di pellicola alimentare a coprire.

fusilli

Scendo a sera da Felitto, felice di aver conosciuto un ragazzo caparbio e lavoratore che ama la sua terra e le sue tradizioni, non sempre capito da chi lo circonda perché visto come il forestiero che rivela un segreto locale, senza capire che quella ricetta potrebbe essere una occasione di lavoro per tanti altri giovani. Dal 14 al 25 agosto c’è a Felitto la sagra dedicata a questa meraviglia locale, non perdetela.

fusilli imbustati

Io il mio piatto di fusilli l’ho condito con un ottimo ragù di salsiccia e tracchie e al posto del cacioricotta vi ho messo una generosa dose di peperoncino fresco. Capite perché sono sempre ardente? :-)

Il Fusillo sas di Christian Cioffi

Contrada Serre

Felitto

tel 08281962301- 3926416839

12 commenti

  • Christian

    (31 luglio 2013 - 17:13)

    Grazie Marco, Grazie dott.Pignataro

  • salvatore luongo

    (31 luglio 2013 - 17:31)

    Ad una dimostrazione sul fusillo,tenutasi in una scuola di cucina, mi hanno spiegato che il fusillo calabrese è lungo 23 cm. mentre quello napoletano 5 cm. E’ vero?

    • Christian

      (31 luglio 2013 - 17:53)

      Gentile Salvatore quello che posso dirle con certezza è che il fusillo di Felitto ha una lunghezza variabile che si aggira intorno ai 18-22….

      • Christian

        (31 luglio 2013 - 18:02)

        Anzi a dirle il vero le ho riportato i dati della regione campania, ma le lunghezze sono maggiori, nella foto la busta di confezionamento e’ di 40cm…quindi siamo al di sopra dei 22 :D mi scusi

  • Rino e Tiziana

    (31 luglio 2013 - 18:05)

    Complimenti alla “penna”, sempre attenta e ardente e al fusillaro, giovane positivo esempio della nostra salerno contadina. Davvero un bel leggere.

    • Christian

      (31 luglio 2013 - 18:07)

      Grazie Rino e Tiziana!

  • Losteoscuro

    (31 luglio 2013 - 20:17)

    Ma per poter deliziare il nostro palato di toscani con cotanta prelibatezza? Una spedizione per corriere? Una posta celere? O devo scendere giù e mangiarli in loco?

    • Christian

      (31 luglio 2013 - 22:33)

      Losteoscuro mi invii pure una email ad info@ilfusillo.it

  • Marco Contursi

    (31 luglio 2013 - 22:02)

    Grazie davvero Rina e Tiziana :-)

  • Mondelli Francesco

    (31 luglio 2013 - 22:37)

    Seccare il tradizionale fusillo di Felitto in modo tale che poi non si sbricioli durante la cottura ,senza usare artifici ,mi sembra impresa ardua per cui faccio a Christian i miei piu sinceri auguri di riuscire nell’impresa.Per la farina ricavata da granaglie tradizionali locali provi a chiedere al Molino che sta nella pedemontana tra VERDUZIO e Casalvelino.Non so le sue esigenze ne tantomeno la disponibilità del Molino,ma anche in questo caso abbiamo un emigrante al contrario che dal Piemonte è venuto al sud.FM.

    • Christian

      (31 luglio 2013 - 22:55)

      Sig.re Mondelli Francesco la ringrazio per il commento e soprattutto l’info sul Molino….

      Si sarà arduo e le posso assicurare da ora che non adotteremo nessun artificio…speriamo presto di poterne comunicare di esserci riusciti!

      • Christian

        (1 agosto 2013 - 09:10)

        Sig.re Morelli potrebbe darmi qualche riferimento in merito al molino che lei citava?

I commenti sono chiusi.