Galamella: la crema di nocciola senza olio di palma

Letture: 592
Galamella
Galamella

“Amo il buon cibo” è il motto di Galameo e con la Galamella l’obiettivo è stato centrato in pieno. Finalmente da Napoli arriva un nuovo prodotto che dice NO all’olio di palma, un’irresistibile crema spalmabile realizzata con il 43% di nocciole avellane ed olio extravergine d’oliva, senza aggiunta di conservanti e additivi.

L’idea nasce da Dario Meo, imprenditore napoletano che da anni ha maturato una notevole esperienza nel settore gastronomico e che ha deciso di lanciare, attraverso una linea di prodotti pensati per i bambini, una vera e propria campagna di educazione alimentare per abituare i piccoli consumatori a nutrirsi in modo sano e a riconoscere il buon cibo sin dalla tenera età. Perché si chiama Galamella? Semplice, Dario Meo ha creato un nome fantasioso, mettendo insieme “Gala” di Galameo e “Mella” di caramella, un qualcosa di dolce che piace tanto ai bambini.

Galamella
Galamella

Presto verrà lanciata una versione della Galamella 2.0, con una quantità di poco inferiore di nocciole rispetto alla precedente 1.0, per venire incontro alle esigenze economiche dei consumatori. La Galamella è una crema spalmabile dal sapore delicato, ne basta un velo su una fetta di pane per poterne gustare tutto il sapore. In alcune manifestazioni gastronomiche in giro dell’Italia si potrà assaggiare la Galacrep, una crêpe golosa realizzata con farina integrale, latte dell’Appennino Campano, uova biologiche e zucchero di canna integrale, farcita con la Galamella.

Per conoscere i punti vendita dove è possibile acquistare la Galamella o per ordinarla direttamente a casa basta collegarsi al sito www.galameo.it oppure scrivere una mail all’indirizzo info@galameo.it.

22 commenti

  • Marco

    (7 ottobre 2015 - 09:00)

    Non è proprio un’idea rivoluzionaria. A Torino un numero di produttori artigianali la produce, e – a livello industriale – la crema NOVI è fatta solo di nocciole e cacao…

  • Carmin

    (7 ottobre 2015 - 15:15)

    Qualcuno dimentica che il Maestro Sal De Riso ha immesso in commercio la crem derì molti anni fa.

    E qualcuno dovrebbe mostrare più rispetto verso Maestri del suo calibro.

  • Dora Sorrentino

    (8 ottobre 2015 - 23:15)

    Qui nessuno sta dicendo che è stato inventato qualcosa di nuovo, si sta solo diffondendo la notizia della produzione di un prodotto campano e finché esistono prodotti di alta qualità che tengano alto il buon nome della nostra regione, che ben vengano. Invece di fare la guerra, bisognerebbe fare sinergia, ma in Campania soprattutto è un’utopia. La Campania è costituita anche da piccoli artigiani che contribuiscono a rendere onore al territorio. Meditate gente, meditate.

  • MASSIMILIANO

    (9 ottobre 2015 - 18:05)

    NON MI PARE CHE QUALCUNO ABBIA MANCATO DI RISPETTO AL MAESTRO SAL DE RISO E NE CHE CI SIA STATA UNA NUOVA INVENZIONE, QUESTO IMPRENDITORE NON HA FATTO ALTRO CHE LAVORARE MEGLIO A LIVELLO DI MARKETING, ANCHE PERCHE’ CON TUTTO IL RISPETTO PER IL MAESTRO, LA CREM DERI’ LA SI CONOSCEVA SOLO SUL SUO SHOP ONLINE E VE LO DICE UNO CHE LO SEGUE DA ANNI, CREDO CHE SIA PIU’ BELLO E FUNZIONALE APPREZZARE IL LAVORO DI GALAMEO, PIUTTOSTO CHE DENIGRARLO O ATTACCARLO. MA PURTROPPO SI TENDE SEMPRE A VEDERE IL PROPRIO ORTICELLO PIUTTOSTO CHE I BENEFICI DELLA COLLETTIVITA’

  • Luca

    (9 ottobre 2015 - 18:57)

    Come sappiamo ci sono in commercio altre creme alla nocciola, più o meno buone e di qualitá, ma dopo aver assaggiato questa il mio palato non vuole sentire altro. Un bel 10 e lode a Galamella e a Galameo

  • Roberto

    (10 ottobre 2015 - 12:06)

    Consumatore compulsivo delle creme alle nocciole le ho provate tutte. L’unica della quale conosco realmente il progetto poiché fa una comunicazione con i suoi consumatori è la galamella tra l’altro non mi fa neanche male quando la mangio. Che dire un’azienda napoletana che ha avuto il coraggio di fare un prodotto di qualità va lodata perchè la qualità si sente è Galamella è sana e buona . Per me solo Galamella!

  • Salvatore

    (10 ottobre 2015 - 12:10)

    Penso bisogna solo apprezzare chi riesce a trasformare un’idea in una realtà di successo. Se galamella sta facendo tutto questo “rumore” è sicuramente perchè si tratta di un prodotto buono e che piace.
    Sono i consumatori a decretare il successo o il fallimento di un prodotto. Certo se un altro prodotto è presente già da molti anni sul mercato e non ha mai avuto successo ,invece di sfruttare il successo di galamella,dovrebbe parlare di altro visto che su questo argomento ha sicuramente fallito.
    Parlo da consumatore

  • Kacial

    (10 ottobre 2015 - 13:55)

    Ritengo questa polemica ridicola,il Maestro creatore di questo prodotto di qualità (e nessuno lo ha messo in dubbio mi sembra)si sente attaccato,offeso perchè un “ragazzotto”brillante, tenace,mette in pratica un prodotto di gran livello,il suo sogno diventa idea,la sua idea diventa realtà,crea la GALAMELLA.
    Se prima a tavola mi riempivo la pancia,ora oltre la pancia cerco di riempirmi prima la testa e questo grazie al “ragazzotto” e chi come lui utilizzano i social per diffondere l amore per il cibo sano e di qualità e non polemizzare!
    cosa non trascurabile la GALAMELLA costa di meno

  • Mimmo

    (10 ottobre 2015 - 15:06)

    Golosissima la Galamella, l’ho scelta per me e la mia famiglia, ho detto no al l’olio di palma e cerco spesso prodotti che mi tranquillizzano e i prodotti Galameo lo fanno, grazie a chi come Dario ci offre questa possibilità, buonissima!!!

  • Roby

    (10 ottobre 2015 - 15:14)

    Evviva il libero mercato!!! Così il consumatore puó scegliere liberamente, io da golosa di creme alla nocciola ne ho assaggiate tante ma a dire la verità con la Galamella la sorpresa è stata l’esplosione di sapore alla nocciola, forse nelle altre creme il troppo zucchero anestetizzava il palato…insomma non c’è paragone!!! W la Galamella

  • Roby

    (10 ottobre 2015 - 16:02)

    Evviva il libero mercato! Il consumatore deve poter scegliere…io di creme alla nocciola ne ho assaggiate tante ma con la Galamella ho avuto una vera sorpresa, l’esplosione di sapore di nocciola,l’ingrediente fondamentale. Sarà che nelle altre creme l’eccessivo zucchero anestetizza il palato?? Insomma W il vero sapore W la Galamella!!!

  • Roberta

    (10 ottobre 2015 - 16:19)

    Al giorno d oggi, quando la possibilità di “sapere” è accessibile a tutti, non possiamo più far finta di nulla e continuare a comportarci da persone “che ignorano”. Le mamme, poi, hanno una responsabilità in piu..quella di tutelare anche la salute dei figli cercando di curare la loro alimentazione ed arricchirla con prodotti genuini. Io l ho fatto! E per i momenti di dolcezza do loro una genuina fetta di pane con la galamella..questa squisita crema al cioccolato di nocciole senza il nocivo olio di palma. Tutti sono accontentati.. mamma e piccini! Che strepitoso prodotto! !!!

  • antonio

    (11 ottobre 2015 - 10:02)

    Sono cresciuto a pane e crema di nocciole e anche i miei figli ne sono mangiatori “professionisti”. Quando ho scoperto i prodotti galameo e soprattutto la galamella sono stato felicissimo di poter fare mangiare loro prodotti sani e privi di olio di palma. Ora non riusciamo a farne più a meno.
    Ps
    La polemica su chi ha inventato la.crema di nocciole mi sembra sterile e controproducente soprattutto per chi l’ha iniziata.
    Sono un fan del compra sud e se un prodotto campano riesce a riscuotere tanto successo, grazie alla qualità e al marketing, non posso che essere contento.
    In bocca al lupo a prodotti sani e campani come la galamella.

  • Max

    (11 ottobre 2015 - 10:36)

    rispetto alle altre creme all nocciola non c’è paragone. Insieme ai biscotti galameo la colazione è diventata una festa mangiando sano soprattutto pensando ai nostri bimbi.
    l’ho assaggiata anche sula focaccia, spettacolare con 40% di nocciole! ma soprattutto basta con l’olio di palma e olioextravergine tutta la vita. La Galamella ci piace!!!

  • Loredana

    (11 ottobre 2015 - 11:24)

    Ognuno è libero di creare un prodotto nuovo e pubblicizzarlo come vuole ,poi saremo noi consumatori a giudicarne il successo o meno e noi non ci spaventiamo mica se ci sono 20 produttori di pasta o 200 tipi di biscotti diversi? Ognuno acquista ciò che gradisce di più ! Allora perché spaventarsi di un prodotto come galamella? Forse perché oltre a essere più sano sarà anche migliore? Io non l’ho provata ancora ,ma il fatto che sta creando scompiglio nel mondo delle spalmabili,mi intriga molto ,domani la comprerò e vi saprò dire se è quello che penso è giusto! Il produttore di Galamella deve essere solo orgoglioso che un suo prodotto ha un tale riscontro nel mondo di coloro che sono già affermati!! Solo chi non sfida non vince! A domani

  • Elena

    (11 ottobre 2015 - 14:21)

    La Galamella è una grande rivelazione. Da quando l’ho assaggiata non posso più farne a meno!

  • Lele

    (12 ottobre 2015 - 00:28)

    Un gusto unico, più saporito delle migliori creme in commercio. Non ti fermeresti più, ne mangeresti ancora e senza sensi di colpa, come un bambino o un adulto che mangia sano!

  • Andrea

    (12 ottobre 2015 - 11:07)

    Ero un grande e goloso consumatore di Nutella, al punto di nasconderla in casa per non farla trovare alla mia compagna che mi diceva di continuo che faceva male perchè oltre a contenere olio di palma, contiene troppi zuccheri. Una vera e propria dipendenza … Ho provato a sostituirla con altre creme spalmabili. Dalla Novi, alla Rigoni alla Loacker, ma sono sempre ritornato alla Nutella perchè,non c’era paragone. Finchè una Domenica non mi sono ritrovato a Bio & Dintorni e ho assaggiato la Galamella, prima un cucchiaino, poi la crep. Vabbè ho acquistato 2 vasetti, mi son fatto prestare un cucchiaino e metà vasetto me lo sono gustato in giro per Salerno. E’ veramente come reclamizzano Esagerata! E devo dire la verità, appaga la mia golosità dopo 3, 4 cucchiaini. Per me non ne basterà mai un velo, ma non faccio testo. E’ vellutata, ti resta il sapore delle nocciole in bocca per tanto tempo, la gusti a piccoli assaggi. Il prezzo è decisamente più alto rispetto alla Nutella, ma siamo lì rispetto ad altre creme di qualità. Vi posso, però, assicurare che una volta acquistata non potrete di fare a meno di tenerne un vasetto in casa. E finalmente posso tenerlo ben in vista, sia perchè non contiene olio di palma, sia perchè non ne faccio un uso spropositato. Ancor di più mi fa piacere che il produttore di questa bontà sia napoletano!. Complimenti!

  • carfor

    (12 ottobre 2015 - 11:12)

    Premesso che si farebbe bene a non dimenticare che l’inventore della crema spalmabile a base di nocciole e cacao è stato un certo sig. Ferrero, sostituire gli ingredienti originali con prodotti autocni (nocciola di giffoni, olio di oliva) non credo che sia un impresa eclatante, tra l’altro io trovo la nocciola delle langhe più aromatica di quella di giffoni. E’un operazione commerciale come tante, niente che passerà alla storia dell’industria alimentare
    Quello che non capisco è la demonizzazione dell’olio di palma, olio che da sempre rappresenta il condimento quotidiano per milioni di persone. L’olio di palma per la sua caratteristiche fisico-chimiche ha grande duttilità merceologica ed è un business mondiale, questa è una delle tante guerre alimentari che si fanno le grandi multinazionali del cibo (zucchero-edulcoranti, burro-margarina, caffè-tea, etc.). Ovviamente la manipolazione chimica (idrogenazione) è un altro discorso.

  • pierluigi

    (13 ottobre 2015 - 00:10)

    Galamella è un prodotto che nasce dall’idea di una persona estremamente sensibile all’educazione verso i più piccoli( e non solo), per i prodotti di ottima qualità, è stato molto bravo nel pubblicizzare ed a fare promozione in svariati modi (molto originali), del suo cioccolato spalmabile, ricco di materie prime di altissima qualità… ora che qualcuno dica … ma è stato prima Tizio o Caio a tirarla fuori, che senso ha? come qualcuno sopra giustamente ha detto, la paternità di questo prodotto, anche se di bassa qualità è tale Ferrero, perchè viene sempre fuori la parte peggiore in molti commenti? perchè non fare i complimenti ad una persona che, come tanti, si da da fare per degli obbiettivi non solo meramente economici? Bravo Dario Meo… falli rosicà (perdonate lo sfogo!).

  • Paris

    (13 ottobre 2015 - 07:18)

    Un’ottima alternativa ad un prodotto storico per di più che viene dalla Campania.
    Oggi finalmente possiamo scegliere cosa mangiare; io ho scelto questo prodotto perchè lo trovo semplicemente genuino e di qualità, il resto lo ha deciso il palato.

  • silvia varriale

    (16 dicembre 2015 - 18:16)

    è davvero molto buona, ho assaggiato anche prodotti del Piemonte altrettanto buoni ma senza la delicatezza della Galamella, ma il costo del barattolo da 250gr. è un po’ caro, non accessibile per tutte le tasche, sono stata una grande consumatrice di Nutella ma per una questione di principio da giugno non entra più in casa mia. l’ho usata anche per fare dolci e cioccolatini cosa che non potrò fare con la Galamella, ma comprerò la vs prelibatezza perché è veramente buona ed è un prodotto campano

I commenti sono chiusi.