Il Cioccolato Foresta di Gay Odin

Letture: 278
Cioccolato Foresta

di Dora Sorrentino

Gay – Odin, storica fabbrica di cioccolato napoletana, lancia un nuovo trend: Cioccolato Foresta. Di cuore e di testa. A via Carducci, proprio di fronte al liceo classico Umberto, il nuovo punto vendita ha una veste studiata ad hoc per i giovani, infatti ha subito riscosso successo sin dai primi giorni di apertura, tanto da lanciare uno scatenato passaparola sui social network. Quali sono le differenze rispetto ai negozi storici sparsi in tutta la città?

Lo abbiamo chiesto a Massimo Schisa, responsabile dei negozi Gay – Odin. «Abbiamo dei figli adolescenti, che ci hanno manifestato il loro desiderio di creare un punto vendita vicino alla loro scuola, predisposto per i loro coetanei». E così, ogni desiderio dei propri figli è un ordine. Tante le novità presenti nel nuovo spazio, dove protagonista è appunto la Foresta, specialità di Gay – Odin. Oltre ai classici cioccolatini, che verranno presentati in un nuovo packaging, il “cioccocuoppo”, pensato per lo street food, ci potete trovare l’angolo merenda, con pane e cioccolato, o ancora l’angolo dei dolci, con la torta caprese ricoperta di cioccolato Foresta.

Pane e cioccolato
La Grande Bellezza secondo Gay – Odin

 

la torta Foresta

Ma ampio spazio viene dato anche alla parte salata e ogni stagione avrà la sua specialità. Due fontane erogheranno a getto continuo cioccolato Foresta e cioccolato Ghianda liquido. Il nuovo punto vendita punta dritto alla qualità, con i prodotti della Masseria Giòsole, mentre i milkshake e il latte al cioccolato sono realizzati con Latte Nobile, presidio Slow Food.

Il gelato Gay – Odin

Una nuova tendenza tutta cioccolatosa con un’attenzione particolare al bene dell’ambiente: tutto il servizio è infatti costituito da elementi bio compostabili.

 

Cioccolato Foresta

Via Carducci, 29

www.gay-odin.it

2 commenti

  • alex

    (1 aprile 2014 - 11:22)

    Torta foresta buonissiiiiiiima

  • Mondelli Francesco

    (1 aprile 2014 - 14:40)

    Quando la tradizione di qualità sa rinnovarsi con intelligenza e attenzione ai ragazzi da rieducare al buono di sicuro toglie un po’ di spazio agli spacciatori di “nutelle”e merendine varie.fM.

I commenti sono chiusi.