Gelato artigianale| Enzo Crivella primo in Italia per il gastronauta di Davide Paolini: la classifica dei primi dieci

Letture: 123
Enzo Crivella

Una bella iniziativa del Gastronauta diretto da Davide Paolini ci riempe di soddisfazione: l’amico carissimo di una vita, Enzo Crivella, è stato indicato a furor di web primo artigiano del gelato artigianale in Italia.
Dallo storica gelateria sul lungomare di Sapri ereditata dal padre, Enzo adesso è a Salerno con KrioGelati, il bellissimo locale aperto da Donatella Biase nel cuore della città
Manco a farlo apposta Dora Sorrentino lo aveva inserito nella sua classifica dei primi dieci gelati artigianali della Campania

Ed ecco la classifica finale del Premio alla Gelateria dell’anno, come è stato decretato dagli utenti del  sito Il Gastronauta attraverso 42900 voti su 380 i locali in lizza.
1. Crivella Gelati & Dessert di Sapri (Salerno) con 6019 voti
2. Gelateria Pasticceria Trinacria di Lecco (Lecco) con 4259 voti
3. Bottega del Gelato di San Biagio Di Callalta (Treviso) con 2534 voti
4. Pasticceria Vacchieri di Rivalta di Torino (Torino) con 2372 voti
5. Gelateria da Bepi di Padova (Padova) con 2187 voti
6. ChaNTilly di Moglia (Mantova) con 2011 voti
7. I Giardini di Marzo di Varazze (Savona) con 1936 voti
8. La Gelateria Menodiciotto di Piazza Castello di Torino (Torino) con 1792 voti
9. Gelateria Gianni Bologna (Bologna) con 1765 voti
10. Dulcinea gelateria Passaggio di Bettona (Perugia) con 1510 voti

3 commenti

  • Giovanna Voria

    (27 luglio 2013 - 00:00)

    Grande il nostro Enzo, è un orgoglio per lui e per tutto il sud! Auguriiiiiii

  • Andrea

    (27 luglio 2013 - 01:40)

    Congratulazioni per l’iniziativa. Pubblicate anche i risultati di voto ottenuti anche dalla altte gelaterie, almeno di quelle che hanno ottenuto più di cento voti. sarebbe un servizio che offrite ai gastronauti appassionati di gelato cha avrebbero così un ulteriore, prezioso itinarario del gusto e un motivo in più per girare l’Italia in modo dolce: visti i tempi amari attuali non sarebbe male! Sarebbe anche di promozione-educazione a una cultura del gusto verso un artigianato italiano doc per italiani e stranieri. Sarebbe anche interessante come occasione vdi studio sociologico e culturale circa la tipologia di diffusione della passione per il gelato nelle varie regioni italiane. Io ci ho provato leggendo e valutando in itinere il trend delle votazioni e la loro distribuzione territoriale. Vi assicuro che, come e più di me, voi e iu gastronauti ne scoprireste delle belle, che sfaterebbero tanti pregiudizi: sia circa gli utenti sia circa la qualità-quantità di diffusione degli artisti-artigiani gelatai sul territorio nazionale. Grazie a nome di tutti ancora. Andrea : un appassionatissimo gustatore-cultore di gelato. A tal proposito mia madre continua a raccontare in giro che io bambino piccolissimo, alla sua richiesta sul come volessi il gelato che stava per comprarmi: se in coppetta o nel cono, le risposi: “quello che dura di più”…in coppetta, a parità di costo, ce ne va di più. E a questa massima, fin da piccolo, mi sono sempre attenuto. Buon lavoro e congratulazioni a tutti i partecipanti.

  • Giovanni Lagnese

    (27 luglio 2013 - 13:22)

    Classifica che non ha nessun senso.

I commenti sono chiusi.