Sorbillo al Vomero: ecco Zia Esterina e la pizza fritta!

Letture: 576
Gino Sorbillo
Gino Sorbillo

di Dora Sorrentino

Gino Sorbillo arriva anche al Vomero con l’Antica Pizza Fritta Zia Esterina, a via Luca Giordano, a pochi passi dal teatro Diana. A dirla tutta, in molti si chiedevano come mai, proprio al Vomero, non ci fosse una pizzeria storica con cotanto nome.

Pasquale Gueli, collaboratore di Gino Sorbillo
Pasquale Gueli, collaboratore di Gino Sorbillo

Il tempo di aprire prima la sede in Piazza Trieste e Trento e poi quella in Via Tribunali, si è creata subito l’occasione di aprirne una terza nella zona collinare della città. Non c’è stata un’inaugurazione ufficiale, ma la scelta della data di apertura è stata azzeccata, perché in questi giorni il quartiere brulica di gente presa dallo shopping natalizio e la pausa pizza fritta ci sta tutta.

L’arredo rispecchia lo stile dei locali di Gino Sorbillo, il format è sempre lo stesso: pizza fritta realizzata con sette ingredienti, tra cui farina biologica, ricotta di bufala, pomodoro San Marzano Dop, provola di bufala, cicoli e salame di Napoli, prosciutto cotto, pepe macinato.

Gino Sorbillo al vomero, la sala interna
Gino Sorbillo al Vomero, la sala interna

 

Gino Sorbillo al vomero, la pizza fritta completa con cicoli
Gino Sorbillo al Vomero, la pizza fritta completa con cicoli

 

Gino Sorbillo al vomero, le pizze
Gino Sorbillo al Vomero, le pizze

 

Gino Sorbillo, gli ingredienti
Gino Sorbillo, gli ingredienti

Riuscirà il nostro eroe pizzaiolo a conquistare anche il palato della movida vomerese? Ai posteri l’ardua sentenza e in bocca al lupo.

Un commento

  • Geppino Batelli

    (8 dicembre 2015 - 08:34)

    leggera come una nuvola, nella digestione ad maiora

I commenti sono chiusi.