Giorgio Armani | Intervista sulla filosofia di cucina e Armani/Ristoranti

Letture: 187
Armani Ristorante - Armani Hotel a Dubai - foto di Nicolas Dumont
Armani Ristorante – Armani Hotel a Dubai – foto di Nicolas Dumont

Estratto di un’intervista a Giorgio Armani sulla sua idea di cucina e sulla filosofia che è alla base degli Armani/Ristoranti.

Qual è la filosofia di cucina per Giorgio Armani?

“Direi la precisione degli equilibri, l’armonia degli accostamenti e, di fronte a un’offerta sempre più ampia, un’attentissima selezione delle materie prime e degli ingredienti. La contemporaneità per me parte dal classico: non lo stravolge, pur puntando su sperimentazione e innovazione”.

Scampo alla plancia, n’duja, burrata, cerfoglio
Scampo alla plancia, n’duja, burrata, cerfoglio

Quali sono gli aspetti della filosofia e dello stile Armani che vuole trasferire negli Armani/Ristorante?

“Gli Armani/Ristorante esprimono appieno la mia filosofia e la mia visione estetica. In questi 40 anni di attività ho voluto creare un lifestyle Armani a tutto tondo, che rispecchiasse le mie idee e che fosse applicabile a diversi settori anche al di fuori della moda. Credo che questo sia particolarmente evidente all’interno dei Ristoranti. Ad esempio, l’Armani/Ristorante si Milano si distingue per le linee nitide e pulite, i colori naturali con tonalità tra il grigio e il sabbia sottolineate dal contrasto con il nero, e rappresenta quindi quell’essenzialità contemporanea che desidero esprimere attraverso il mio stile. Lo stesso principio è stato tradotto nei menu, perché l’esperienza di Armani/Ristorante coinvolge davvero tutti i sensi”.

2 commenti

  • Enzo Vizzari

    (11 novembre 2015 - 08:26)

    …anche i grandi emettono, talvolta, disarmanti banalità.

  • Luciano Pignataro

    (11 novembre 2015 - 10:35)

    Enzo, un po’ come quando D’Alema parla di vino:-)

I commenti sono chiusi.