Enzo Crivella e Rol gelateria a Napoli: that’s amore!

Letture: 183
Enzo Crivella

È stato amore a prima vista l’incontro di Enzo Crivella con Roberta Rubino e Olga Nigro, proprietarie della gelateria Rol.

La serata del solstizio d’estate è stata festeggiata a Napoli con uno spettacolare connubio di sapori tra Napoli e il Cilento, con gente in fila fuori la gelateria fino a tarda sera per assaggiare il tartufo di bufala di Crivella e “a pera scustumat” di Rol.

Crivella ha fiuto per le grandi idee, e ha cuore. Con entusiasmo ha seguito la nascita della gelateria Rol e appena ha trovato l’occasione adatta ha caricato l’auto dei suoi prodotti ed è sbarcato a via partenope.

Un istante e il laboratorio di questa innovativa gelateria del lungomare di Napoli è diventato un luogo in cui si intrecciano storie, ricordi, idee.

La maestria del mago del gelato si riempie della passione e della creatività quando tocca gli ingredienti, il latte di capra freschissimo si mischia col miele di corbezzolo riempiendosi pian piano di cremositá, i fichi addolciscono con le noci e poi le fragoline di Petina che sembrano indispettire il rosmarino.

alcuni dei gelati in degustazione

Il laboratorio della gelateria Rol viene investito dai colori e dai sapori del Cilento. Pura poesia. Impasta e racconta Enzo Crivella, dell’importanza della tradizione e dell’amore per i prodotti che riconosce subito nello sguardo attento di Roberta e Olga. Due amiche e socie che seguendo i cambiamenti della città, che ha trasformato il lungomare di Napoli in uno spazio pedonale, hanno scommesso sulla sosta dolce con una piccola gelateria con produzione propria.

“Chi si assomiglia si piglia” si dice a Napoli, e l’intesa è scattata subito al punto che non finisce qui. Il matrimonio tra Napoli e Cilento continua. Intanto chi ha perso la serata del 21 e quanti non sono riusciti tra la folla a conquistare un cono, potranno provare ancora le proposte di Crivella da Rol. Ma l’estate è solo agli inizi e viste le premesse non c’è dubbio che se ne vedranno delle belle.

Un commento

  • Ilaria

    (24 giugno 2014 - 12:51)

    buone le fragolineeeee! che bella sperimentazione! Bravi davvero!

I commenti sono chiusi.