Fettucelle di Gragnano con pomodori del Vesuvio, polpa di melanzane e Mozzarella di Bufala

Letture: 153
Fettucelle di Gragnano con pacchetelle del Vesuvio, polpa di melanzane e Mozzarella di Bufala

Questa è la ricetta che ha rappresentato il paniere agroalimentare campano al Mat Festival di Skanör in Svezia, lo chef Peppe Daddio ha guidato la regia delle degustazioni tematiche organizzate da Le Strade della Mozzarella in collaborazione con il ristorante Da Aldo.

L’evento è stato realizzato in collaborazione con i partener: Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana, Molino Caputo, Pastificio dei Campi, Agrigenus, L’Orto di Lucullo, Olio Torretta.

 

Fettucelle di Gragnano con pomodori del Vesuvio, polpa di melanzane e Mozzarella di Bufala

Di
Ricetta raccolta da Barbara Guerra

Ingredienti per 6 persone

  • Fettucelle di Gragnano gr. 500
  • Pomodori pacchetelle del Vesuvio gr. 250
  • Aglio senz’animo n. 2 spicchi
  • Olio extra vergine di oliva
  • colline Salernitane gr. 30
  • Melanzane lunghe gr. 250
  • Sale e pepe q.b.
  • Parmigiano grattugiato gr. 50
  • Mozzarella di bufala DOP gr. 200
  • Origano fresco q.b.
  • Peperoncino fresco q.b.
  • Olio di semi di arachide per friggere le melanzane lt. 1

Preparazione

Bucherellare le melanzane intere con l’aiuto di uno stecco di bambù.
Friggere le melanzane in olio di semi a 170°C per circa 5/6 minuti.
Spolpare le melanzane ricavando tutta la polpa con un cucchiaio.

In una padella rosolare con l’olio l’aglio tritato, il peperoncino, aggiungere la polpa di melanzane e lasciarla insaporire. Frullare la polpa ed ottenere così una crema.

In un’altra padella invece rosolare un altro spicchio d’aglio con l’olio evo, aggiungere i pomodori pacchetelle dell’orto di Lucullo, rosolare per qualche istante, unire l’acqua di cottura della pasta, scolare la pasta ancora al dente, profumare con l’origano, infine aggiungere la crema di melanzane e fuori dal fuoco il parmigiano grattugiato.
Regolare il gusto di sale e pepe.
Servire con la mozzarella di bufala fresca. Guarnire con origano fresco ed un filo d’olio a crudo.

Vini abbinati: Lacryma Christi rosso del Vesuvio