I prodotti dell’orto di primavera protagonisti delle nuove pizze di Le Parùle sul Vesuvio

Letture: 187
Giuseppe Pignalosa
Giuseppe Pignalosa


Il nome Le Parùle è stato voluto da Giuseppe Pignalosa per il fatto che la sua pizzeria, nella zona alta di Ercolano, sul tratto di via Benedetto Cozzolino che conduce alla sommità del Vesuvio, è storicamente costellata di orti, in dialetto parùle. Sono orti caratterizzati da terra nera e lapilli, molto fertile, dove in questo periodo dell’anno i parùlani sono impegnati a raccogliere fave e piselli ed a piantare pomodorini del piennolo.

La pizza di Giuseppe è estremamente soffice, leggera e gustosa grazie alla selezione di grani di alta qualità ed alla lunga lievitazione e maturazione della pasta che raggiunge le trenta ore. La primavera è un momento bellissimo per rendere omaggio ai prodotti dell’orto ai quali Le Parùle ha dedicato delle pizze golosissime.

Le Parùle, gli oli extravergine d'oliva campani
Le Parùle, gli oli extravergine d’oliva campani

Entrano in scena per primi i carciofi violetti di Castellammare di Sabato Abagnale sulla pizza Carcioffolà, con carciofi, fior di latte di Agerola, gorgonzola e olio extravergine di oliva del Cilento Pietrabianca.

Le Parùle, la pizza Carcioffolà
Le Parùle, la pizza Carcioffolà

Poi la pizza Primavera con fave di Somma, provola, pancetta arrotolata, scaglie di ricotta salata e olio extravergine di oliva del Vesuvio Villa Dora.

Le Parùle, la pizza Primavera
Le Parùle, la pizza Primavera

 

l'orto di fave di Somma
l’orto di fave di Somma

L’ultima arrivata è Giagiù, dedicata al delizioso pomodorino giallo del Vesuvio ritrovato un po’ di anni fa tra i filari di una contadina di Ercolano. In effetti il pomodoro era ritornato naturalmente al suo colore originale e la contadina lo ha spontaneamente assaggiato per capire di cosa si trattasse.

Le Parùle, la pizza Giagiù
Le Parùle, la pizza Giagiù

Il sapore era diverso dai pomodori ai quali era abituata, ma comunque gustoso ed ha subito intuito che valeva la pena conservare i semi e reimpiantarli la stagione successiva. Come ben sappiamo questo pomodorino giallo ha avuto un notevole successo grazie all’attenzione dedicatagli da molti chef rinomati. La pizza Giagiù è condita con zucchine grigliate, burrata, pomodorino giallo, alici di Cetara e olio extravergine di oliva del beneventano dell’azienda agricola Casalduni.

In carta tutto l’anno la pizza Le Parùle dedicata alla papaccella napoletana che viene utilizzata fresca in estate e arrostita e conservata sott’olio nelle altre stagioni: papaccella napoletana, provola, olive nere di Gaeta, olio evo del Vesuvio Villa Dora.

Le Parùle, la pizza con papaccella napoletana
Le Parùle, la pizza con papaccella napoletana

 

Le Parùle è in via Benedetto Cozzolino n° 70 Ercolano. Tel. 081.7396494

Un commento

  • annalisa

    (4 maggio 2015 - 15:56)

    Ottima e leggera, mangiata sabato alle 00.30 e, riposato benissimo! a presto!

I commenti sono chiusi.