Ristorante Il Lago del Four Seasons a Ginevra

Letture: 254
Il Lago del Four Season, lombo di lepre con limone, zucca, uva passa e salsa alla Royal

di Albert Sapere

Ginevra probabilmente è una delle città europee con il miglior standard nell’ospitalità alberghiera, se pensiamo alla scelta di un ristorante probabilmente non è tra le località più attrattive anche se in città ci sono delle buone espressioni di cucina d’autore, tra queste è sicuramente da non mancare il ristorante Il Lago.

L’Hotel des Bergues che è entrato a far parte della catena Four Seasons, per il ristorante di punta dell’albergo ha scelto Saverio Sbaragli, toscano con esperienze importanti tra Alain Ducasse e l’Enoteca Pinchiorri, l’Arpege ed il Pellicano e Porto Ercole. Vivida una forte caratterizzazione sull’Italia insieme anche ad uno sguardo sereno verso la cucina internazionale, come si conviene a una catena con standard qualitativi altissimi.

Il Lago del Four Season, ceviche di vongole

Ambiente raffinato ed un team di sala composto tutto da italiani, un piccolo vanto, impone un savoir-faire notevole, tante premure e piccole attenzioni senza mai essere invasivo.

Il Lago del Four Season, spugne con foie gras, formaggio fresco e noci

Anche in cucina una brigata italiana. La cucina di Saverio dicevamo ha due asset, uno di stampo internazionale e un altro fortemente legato alla cultura italiana, toscana in particolare.

Divertenti i giochini iniziali su tutti il topinambur e tartufo, dai rimandi fortemente terragni.

Il Lago del Four Season, topinambur e tartufo

 

Il Lago del Four Season, Bloody Mary

 

Il Lago del Four Season, il pane

 

Il Lago del Four Season, Homard confit all’olio d’oliva, gazpacho di ciliegie

 

Il Lago del Four Season, capesante con topinambur glassati e taruto

 

il Lago del Four Season, triglia topinambur e salsa au vin rouge

Molto golosi i doppi ravioli al fagiano e burrata con tartufo bianco, notevole l’interpretazione delle verdure dimenticate, ognuna con una preparazione e cottura diversa poi assemblate prima di essere portate a tavola.

Il Lago del Four Season, doppi ravioli al fagiano e burrata con tartufo bianco

 

Il Lago del Four Season, risotto porcini e pecorino

Il piatto del viaggio è senza dubbio il lombo di lepre con limone, zucca, uva passa e salsa alla Royal. Una reinterpretazione personale di un classico come la lepre à la Royal, piatto classico della cucina borghese francese, eseguito con personalità e stile.

Il Lago del Four Season, verdure dimenticate

 

Il Lago del Four Season, capretto laccato al Banyuls con riduzione di sedano e mela verde

 

Il Lago del Four Season, porcino grigliato su fonduta di patate

I dolci, anche se non nelle mie corde, sono belli ed eleganti, piacevoli al gusto, adatti a chiudere in dolcezza un’intensa cena.

Il Lago del Four Season, crema di castagne con vaniglia e mandarino

 

Il Lago del Four Season, cioccolato e pere

 

Il Lago del Four Season, aroma di caffè

 

Il Lago del Four Season, frutta

 

Il Lago del Four Season, coccole finali

Una cucina che alla tecnica abbina una buona conoscenza della materia, in sintesi una tappa imperdibile per i gourmet di passaggio per Ginevra.

 

Four Seasons Hotel des Bergues

Quai des Bergues 33, 1201 Geneva, Svizzera

Tel +41 22 908 70 00

www.fourseasons.com/geneva

Un commento

  • Alfonso

    (12 gennaio 2015 - 17:20)

    Saverio Sbaragli è un toscanaccio di razza, e di certo non è l’ultimo arrivato, anzi!
    Conosco abbastanza bene il four season, e poco da aggiungere riguardo una cucina “concreta” e veramente di livello.
    L’unico neo (non della cucina…) è riguardo al numero delle foto in questo articolo, davvero sproporzionato rispetto al testo. Il bravo Albert Sapere (come tanti altri blogger) con la tastiera si è un po’ “impigrito”, preferendo ormai il tasto di scatto della fotocamera…
    Nel silenzio generale sta nascendo una nuova tendenza: i fotoreporter del cibo…
    Ma ragazzi… fino a prova contraria, le foto non spiegano i sapori… ma un buon testo scritto si!

I commenti sono chiusi.