Ivrea, La Mugnaia e la giovane cucina piemontese- 15/20

Letture: 498
La Mugnaia

di Luca Fontana

A tavola con I Signori

Giugno 2014

“Ivrea era scomparsa dalle guide”. Marco Rossi ci riassume così le passate difficoltà della cittadina piemontese, in cui, insieme a Elisa Campa, qualche anno fa decise di aprire il suo ristorante.

Sono ormai un paio d’anni che frequentiamo abitualmente La Mugnaia, sul passaggio per la Valle d’Aosta, abbiamo apprezzato l’evoluzione della cucina, con lo chef che cerca di educare la clientela affezionata ad uno stile sempre più gourmet, con l’obiettivo di far riscoprire la materia prima, e le storie dietro ai piatti ed agli ingredienti utilizzati.

La filosofia è solida, ma la cucina? Volendo approfondire, scegliamo il menù “Se in canavese ci fosse il mare”, un omaggio alle origini di Marco ed Elisa, lui, canavese, lei, pugliese.

Amuse bouche: culis di pomodoro e asparago. Semplice, fresco. Apprezzabile la nota acida, che avvia la salivazione e prepara il palato al pasto.

La Mugnaia, amouse bouche

Idee per un Picnic a Mazara del Vallo: crudo di gamberi rossi, tartare di tonno rosso siciliano pescato ad amo, alici fresce all’arancio, mojito di capasante, caponatina di verdure. Solitamente non sono un fan degli antipasti “a ventaglio”, ma qui gli assaggi sono ben bilanciati e collegati tra loro. Capasanta eccezionale, fresca e ben accompagnata dalla lemongrass.

La Mugnaia, idee per un Picnic

Risotto “Acquarello” all’Acqua di Pomodoro, Gamberi Rossi Crudi, Limone. Extra al menù, scelto grazie all’entusiasmo di Elisa nel descrivere questa new entry della carta. Forti spinte acide, che esaltano i sapori delle ottime materie prime.

La Mugnaia, risotto “Acquarello” allʼAcqua di Pomodoro, Gamberi Rossi Crudi, Limone

Spaghettoni di Gragnano con Polpo e Pesto di Agrumi (omaggio a Filippo La Mantia). Portata ben eseguita, che però pecca per scarsa personalità, dopo il risotto, è irrilevante.

 

La Mugnaia, Spaghettoni di Gragnano con Polpo e Pesto di Agrumi

Polpo Croccante con Crema di Ceci e Coulis di Pomodoro, impanato nella farina di polenta Pignoletto Rosso. Il polpo viene prima cotto a bassa temperatura, poi fritto. Leggero e sfizioso.

 

La Mugnaia, Polpo Croccante con Crema di Ceci e Coulis di Pomodoro

Frutta & Spezie: ravioli di ananas e lamponi con frutti di bosco, perla di mango (sferificato), salsa balsamica al miele, gelato al pepe di Sichuan. Un dessert complesso, fresco e non eccessivamente dolce. Una riprova delle potenzialità degli chef.

La Mugnaia, Frutta & Spezie

Petit fours.

La Mugnaia, Petit fours

Un percorso senza eccessivi fronzoli, dritto al punto, da cui emergono materie prime scelte con accuratezza ed un ottima mano nel rielaborarle.

Una cucina di grande qualità, per un ristorante che è uno dei trainanti della zona Canavese, che da qualche anno a questa parte stà rifiorendo con molti indirizzi interessanti, entrando negli orizzonti dei viaggiatori gourmet.

Un plauso anche alla politica dei prezzi: è raro trovare una cucina di questa qualità con una spesa così contenuta.

 

Menù “Se in Canavese ci Fosse il Mare”: 42€, bevande escluse

 

Chef: Marco Rossi, Robero Cardini, Marco Trapasso

In sala: Elisa Campa e Valerio Sgualivato

 

Ristorante La Mugnaia

Via Arduino, 53

10015 Ivrea

www.mugnaia.com

Un commento

  • IB

    (25 luglio 2014 - 14:08)

    42 euro bevande escluse (e ho dato una occhiata ai vini proposti, col vino si va dai 55 in su) non mi sembra proprio un prezzo “contenuto” ..

I commenti sono chiusi.