Lugano, Resort Collina D’Oro – 14/20

Letture: 164
una splendida vista dal Resort Collina D’Oro

di Luca Fontana

A tavola con I Signori

Giugno 2014

Sapevo che prima o poi sarebbe successo, Sara Cordara mise in guardia noi, critici e gourmet, ma il dovere professionale e tanta, tanta, gola mi hanno infine portato a tonnellaggi di tutto rispetto. Così, in preda a grassi sentimenti, mi sono messo a fare qualche indagine, ricercando qualche ristorante che mi togliesse lo sfizio di una cena gourmet, lasciando la tavola senza alcun rimorso per la salute.

In quei di Lugano ho ritrovato lo chef Dario Galli, che al Resort Collina d’Oro si propone di offrire una cucina sfiziosa ma estremamente leggera.

La cornice è da urlo, con una splendida vista sulle prealpi, dipinta da un arcobaleno, risultato di un forte temporale d’inizio estate. Un ottimo segno, che ci fa entrare senza indugio in questa struttura.

La carta è di quelle salutiste, ma i nomi dei piatti sono piuttosto ricercati. Metteremo alla prova lo chef col menù “700 Kcal” di quattro portate, capendo se qui si insegue una semplice moda, o se per lui la cucina leggera è un’autentica vocazione.

Amouse bouche, una cozza con spuma di mozzarella di bufala. La pastosità degli ingredienti è rassicurante, bell’inizio.

 

Resort Collina DʼOro, cozza con spuma di mozzarella di bufala

Arrivano il pane…

Resort Collina DʼOro, il pane

…ed il burro, in dose ospedaliera. Forse avremmo preferito un accompagnamento più leggero, in dose più abbondante.

 

Resort Collina DʼOro, il burro

Carpaccio di capesante dell’Atlantico del Nord con emulsione di ruchetta selvatica, nocciole tostate e strisce di Pata Negra croccante (115Kcal). Le strisce di Pata Negra aggiungono quel tocco di sapore extra che rinforza un piatto di felice concezione.

 

Resort Collina DʼOro, carpaccio di capesante

Spaghetti di Gragnano con cipolle rosse di Tropea stufate, pinoli, filetti d’acciughe alla menta e briciole di pane (210 Kcal). Un piatto che non raggiunge l’eccellenza per una scarsa sapidità, peccato, perchè il mix di ingredienti è molto gustoso.

Resort Collina DʼOro, spaghetti di Gragnano con cipolle rosse di Tropea stufate, pinoli, filetti dʼacciughe alla menta e briciole di pane

Tagliata di controfiletto Luma Beef ai ferri con salsa bruna al pepe nero della Valle Maggia (275Kcal). La carne svizzera è rinomata per la sua qualità e per il suo gusto, qui ne abbiamo la conferma. Il pepe della Valle Maggia viene prodotto artigianalmente in Ticino, ed è sempre un piacere ritrovarlo ad insaporire i piatti.

 

Resort Collina DʼOro, tagliata di controfiletto Luma Beef ai ferri con salsa bruna al pepe nero della Valle Maggia

Mousse di ricotta magra al caffè con biscotto alle mandorle (100Kcal). Un dolce molto interessante, per un apporto calorico molto inferiore ad una bibita in lattina.

 

Resort Collina DʼOro, mousse di ricotta magra al caffè con biscotto alle mandorle

Quando ci siamo seduti a questa tavola, eravamo curiosi di scoprire se lo chef Galli stesse inseguendo la moda o se la sua fosse un’autentica vocazione per la tavola sana e leggera. La sua mano è lodevole, e la soddisfazione con cui ci alziamo a fine pasto è la riprova che ci si possono togliere tante soddisfazioni senza indulgere in alimenti eccessivamente grassi.

Il giorno che vorrò levarmi qualche kilo senza rinunciare al gusto, so a chi rivolgermi come cliente fisso, ma la mia carriera di critico e gourmet è appena all’inizio, e tanti, tanti grassi mi separano da questa tavola, che però tornerò sempre con piacere a visitare per soddisfare la mia gola.

 

Menù “700 Kcal” di 4 portate: 84 Chf (circa 68€)

 

Chef: Dario Galli

 

Resort Collina D’Oro

Via Roncone 22,

6927 Agra

Lugano, Svizzera

www.resortcollinadoro.com