Mozzarella di bufala campana dop: caseificio Salicella di Francolise

Letture: 458
Caseificio Salicella, Giovanni Capezzuto

di Antonella D’Avanzo

Giovanni Capezzuto, fondatore e amministratore di questa cooperativa, nel 1993 decide di riprendere l’arte casearia sospesa con la seconda generazione ed appresa da giovane quando suo nonno insieme ai fratelli, nella corte del palazzo in cui vivevano, trasformava il latte di bufala proveniente dall’allevamento di famiglia. È una famiglia con una storia e una tradizione come allevatori e trasformatori di oltre sessant’anni.

Al caseificio situato in località Salicella, da cui prende il nome, esposto sulla strada provinciale in direzione Mondragone verso il mare, si lavora la mozzarella di bufala campana dop osservando scrupolosamente il procedimento artigianale dettato da antichi insegnamenti nel pieno rispetto della natura e delle norme vigenti in materia di igiene e sicurezza alimentare.

Caseificio Salicella, treccia dop

Il latte per la lavorazione proviene da allevamenti bufalini dei soci della cooperativa situati in aree limitrofi e dall’azienda zootecnica in proprietà della famiglia Capezzuto, dove le bufale sono allevate a stabulazione semi-libera, controllate costantemente da tecnici specializzati e munte meccanicamente con tecnologia computerizzata avanzata.

La mozzarella Salicella ha ricevuto un riconoscimento qualitativo da Slow Food e nel 2012 i tre spicchi con i migliori formaggi d’Italia del Gambero Rosso. Da provare anche la ricotta di bufala e le caciotte di bufala dolci e piccanti.

Caseificio Salicella, formatura meccanizzata

Salicella esporta una parte del prodotto in Germania, Irlanda, Repubblica Ceca, Olanda, Polonia, Gran Bretagna, Hon Kong, Giappone, Australia, Stati Uniti e Corea del Sud, inoltre, la casearia è dotata di certificazione Halal, garantisce la preparazione secondo i criteri e i valori della legge islamica che consente di esportare il prodotto nei paesi arabi assecondando le necessità del consumatore musulmano.

Nel 2007 attraverso l’Associazione Sportiva Culturale “Get Free”, la cooperativa ha partecipato tra gli sponsor della maratona di New York.

Caseificio Salicella, busta con i due loghi

Si ricorda che, per riconoscere una mozzarella certificata bisogna sapere che si chiama mozzarella solo se l’origine è il latte di bufala e perché si abbia la certezza di acquistare un prodotto certificato di pregio si dovrà cercare l’apposito marchio di colore giallo-rosso della Dop  rilasciato dall’Unione Europea con il nome “mozzarella di bufala campana” e quello con la testa di bufala stilizzata del Consorzio di Tutela.
Caseificio Salicella Cooperativa agricola zootecnica a.r.l.

s.p. per Mondragone, Francolise Ce

Tel &fax: 0823.720620

Sito web: www.salicella.it

Mail: gcsalicella@libero.it

Orari di apertura: dal lunedì al sabato 08:00 – 19:00 domenica 08:00 – 13:30

Visitabilità dell’azienda: per gruppi e su appuntamento