Vinitaly | Guida a bar, osterie e ristoranti di Verona e dintorni

Letture: 482

di Marina Alaimo

Partiamo dal caffè e quando si è in una città dalla storia importante come Verona è d’obbligo la visita ad almeno uno dei caffè storici.

________________________________________________

Val la visita  l’Antico Caffè Dante, dal 1837, detto in passato il parlamentino perché frequentato dai professionisti e personaggi della politica locale. E’ anche ristorante ed è in Piazza dei Signori 2.

________________________________________________

Delizioso il Caffè Borsari, piccolo, accogliente e dall’aria retrodove intrattenersi per rilassarsi con un buon caffè che è possibile anche acquistare in chicchi o macinato. Le pareti della saletta sono ricche di bacheche che espongono collezioni molto belle di vecchie caffettiere, teiere, tazze di varie forge . In corso Porta Borsari  15 d Verona.

______________________________________________

Per l’aperitivo un indirizzo divertente: Bar Stella dove il giovane Michele Andreoli serve alla mescita una quindicina di vini naturali e biodinamici, soprattutto francesi. Nel piccolo locale tutto è in linea con il tema dei vini naturali ai quali è possibile abbinare taglieri di formaggi e salumi scelti con cura e anche qualche piatto.
Il Bar Stella è in via Stella 26a Tel. 3428881966.

*****************************

In città è ancora molto viva la tradizione delle osterie dove andare per goti, bicchier di vino, abbinati ai piatti tipici come pasta e fagioli, trippa, baccalà, pastissada de cavàl.

________________________________________________

Proprio vicino all’Arena non perdete la storica osteria Al Bersagliere (chiocciola Slow Food), dove la tradizione scaligera è ben consolidata nei piatti della famiglia Ramponi che ha saputo rendere particolarmente accogliente questo locale. E’ rinomata per la pasta fresca e sono da provare i bigoli al torchio con anatra, o in salsa di acciughe. Buono anche il risotto all’Amarone e imperdibile il baccalà del Bersagliere. Ottima la carne e qui troverete una buonissima pastissada con polenta, la bistecca di cavallo con aglio, olio e prezzemolo.
In via Dietro Pallone 1. Tel. 045 8004824.
_______________________________________________

Sempre nel cuore del centro storico di Verona c’è la centenaria osteria Al Pompiere, in prossimità della bellissima Piazza delle Erbe. La scintillante Berkel rossa è pronta ad affettare più di trenta tipologie di salumi tra cui la sopressata veronese, il lardo dei Lessini e il prosciutto veneto stagionato. Molto invitante anche la selezione dei formaggi sapientemente abbinati alle ottime mostarde del territorio. Diversi i piatti della tradizione da assaporare.
E’ in via Vicolo Regina d’Ungheria 5 . Tel. 045 8030537.

Al Pompiere, la sala

Pane e Vino è una trattoria sicura dove trovare sempre piatti molto buoni la cui offerta segue un’ottica più ampia. Da provare la polenta morbida con tartufo nero dei Lessini e formaggio fondente o i crostini di polenta con baccalà mantecato. Particolarmente interessante la carta dei vini e buona è l’offerta al bicchiere.
In via Garibaldi 16. Tel. 045 8008261.

________________________________________________

Per provare un buon lesso con la prearà, la salsa piccante fatta con pane grattugiato, midollo di bue, brodo e pepe nero;  oppure una gustosa tenerona del Baldo, c’è la trattoria Verona Antica, che come ricorda il nome, è sita nel quartiere della città che in passato è stato il suo cuore pulsante. E’ in prossimità dell’Adige, in questo quartiere oggi molto frequentato da chi ama ritrovarsi tra osterie e wine bar.  In via Sottoriva 10 a Verona. Tel. 045 8004124.

Spostandoci verso il lago di Garda, nel delizioso borgo di Bardolino, il paese del buon vino, val la pena una visita alla simpaticissima Susy. Il ristorante è Il Giardino delle Esperidi dove la cucina non è tradizionale, ma secondo una interpretazione personale, sa proporre con gusto i prodotti del territorio ai quali Susy ama affiancare delle piccole chicche dalla Campania, terra che ama particolarmente. Lasciatevi consigliare da lei nella scelta dei vini, è una vera intenditrice. In via Mameli 1, Bardolino(VR). Tel. 045 6210477

Susy Tezzon del ristorante Il Giardino delle Esperidi

Seguendo un itinerario goloso, non potete perdere i rinomati tortelli di Valeggio sul Mincio e al ristorante alla Borsa sono una vera goduria. Sottile e morbida la pasta perché fatta a mano con cura in giornata senza mai vedere il frigorifero. Buonissimi quelli in brodo, interessanti quelli con burro e salvia, ma particolarmente golosi e raffinati sono quelli verdi con asparagi veronesi e olio extravergine di oliva del lago di Garda.  Tra i secondi sono da provare l’anatra al forno, la faraona in casseruola con polenta e le carni alla griglia. In via Goito 2 Valeggio sul Mincio, a 26 km. da Verona. Tel. 045 7950093.

Nadia Pasquali del ristorante Alla Borsa a Valeggio sul Mincio

Fuori target, ma voglio comunque segnalarlo per orgoglio campanilista, è il  ristorante L’Oseleta del Wine Resort Villa Cordevigo, dove lo chef napoletano Giuseppe D’Aquino ha conquistato la stella Michelin. La sua cucina è ricca di riferimenti ai piatti ed ai prodotti della Campania e la cosa ai suoi ospiti è piaciuta moltissimo. Il resort è raffinato ed affascinante ed è posto vicino ai vigneti Villa Bella e val la pena provare i vini della casa. In Località Cordevigo, 37010 Cavaion Veronese. Tel. 045 7235287.

 

Un commento

  • Sandro

    (9 aprile 2014 - 08:31)

    Da colleghi ed amici Veronesi , sono stato invitato a cena alla ” Trattoria della palma” , via Legnago , Verona zona pastrengo credo. Tutto buonissimo, specialmente le coscette di quaglia in polenta e la carne alla brace, ma anche i tortelli in poera.

I commenti sono chiusi.