La pastiera napoletana del locale Cruisè firmata da Ernesto Fico

Letture: 240
La pastiera napoletana del locale Cruisè
La pastiera napoletana del locale Cruisè

di Ernesto Fico

Sono solo pochi giorni alla Santa Pasqua e sul web stanno girando tante Pastiere con relative ricette.

Io vi lascio la mia ricetta della vera Pastiera Napoletana.

Le pastiere napoletane di Cruisè
Le pastiere napoletane di Cruisè

Questa è un ricetta antica che ho trovato in un vecchio quaderno di mia Nonna Carmela, cosi dal 1926 la mia famiglia l’ha ripetuta ed ancora oggi nel mio locale Cruisè usiamo la stessa ricetta di Nonna Carmela.

Le pastiere napoletane di Cruisè
Le pastiere napoletane di Cruisè

 

La pastiera napoletana del locale Cruisè

Di

Ingredienti

  • Pastiera per un “ruoto” teglia da 28 di diametro
  • PER IL RIPIENO:
  • 500 gr di ricotta freschissima
  • 500 gr di grano cotto
  • 500 gr di zucchero
  • 4 uova intere fresche a temperatura ambiente
  • 4 uova solo tuorlo
  • 1 scorza di limone
  • 5 gr. di vaniglia
  • 50 gr. di canditi
  • 5 gocce di essenza di fior d'arancio
  • 100 cl circa di latte
  • PER LA PASTA FROLLA:
  • 500 gr di farina 00
  • 200 gr di strutto
  • 150 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 50 cl di acqua
  • un pizzico di sale

Preparazione

Mettiamo in un pentolino il grano con il latte la sugna e una scorza di limone e un pizzico di sale.
Lasciate poi sul fuoco almeno 15 minuti appena inizia “pippitiare” spegnere e farlo raffreddare.
Preparare la frolla, ricopritela con un panno ma va bene anche la pellicola, fatela riposare nel frigo.
Con una frusta mischiare lo zucchero con la ricotta e poi mettere le uova una alla volta, quando il grano si sarà raffreddato unire il tutto aggiungendo la vaniglia, l’essenza di fior d’arancio e i canditi tagliati a cubetti.
Stendere la frolla nel “ruoto” e versare il composto con un mestolo fino all’orlo, poi sempre con la pasta frolla fare le classiche striscioline della pastiera, infornare la Pastiera nel forno preriscaldato a 180 gradi per circa 1 ora e in alcuni forni qualcosina in più...lasciarla cuocere fino a quando non diventa dorata.
Io consiglio sempre di prepararla il giorno prima, così nel frattempo avrà sprigionato tutti i sapori e gli aromi.
Provatela, vi assicuro che non resterà neanche una fetta!
Buona Pasqua