Ricetta: Pizza fritta con salsicce e friarielli di Maria Cacialli

Letture: 425
la pizza fritta di Maria Cacialli
la pizza fritta di Maria Cacialli

La pizzeria La Figlia del Presidente è rinomata a Napoli per la pizza fritta che molti consumano già dalla mattina al banco su strada. Maria ha voluto mantenere la tradizione tutta napoletana dello street food della pizza e dei fritti che nel cuore del centro storico di Napoli è ancora molto sentita. La pizza fritta mette allegria, come il calore tutto partenopeo che si ritrova tra questi vicoli. Si sa che quella tradizionale è fatta rigorosamente con ricotta e cicoli, una vera goduria, ma ogni tanto una novità stuzzica l’appetito. Così ecco la pizza fritta con friarielli, questo straordinario broccolo napoletano che qui spesso accompagniamo con le salsicce.

 

La pizzeria La Figlia del Presidente è in via del Grande Archivio 23 Napoli

la pizza fritta di Maria Cacialli, gli ingredienti per il ripieno
la pizza fritta di Maria Cacialli, gli ingredienti per il ripieno

 

friarielli
friarielli

 

la pizza fritta di Maria Cacialli, l'interno
la pizza fritta di Maria Cacialli, l’interno

Pizza fritta con salsicce e friarielli di Maria Cacialli

Di

Ingredienti per 8 persone

  • Per l’impasto:
  • 1,5 kg di farina 00
  • 1 lt di acqua
  • 2 gr di lievito di birra
  • 35 gr di sale
  • Per il ripieno: 4 fasci di friarielli
  • 4 salsicce
  • 250 gr di provola
  • olio di girasole
  • peperoncino piccante

Preparazione

Preparare l’impasto, dividerlo in 8 panetti e lasciarli lievitare per almeno 20 ore in luogo asciutto e tiepido, coperti da un canovaccio pulito. Selezionare dai fasci di friarielli le foglie tenere, lavarle bene, asciugarle. In una grossa padella versare dell’olio extra vergine di oliva e soffriggere appena uno spicchio di aglio e il peperoncino, unire il friarielli, coprire con un coperchio e lasciare cuocere a fuoco moderato per pochi minuti, poi scoprire e lasciare che i friarielli rimangano croccanti. In un'altra padella soffriggere a fuoco moderato le salsicce e poi tagliarle a rondelle. Stendere i panetti di pasta con le mani fino a formare un disco. Adagiare il ripieno su una metà del disco: friarielli, qualche rondella di salsiccia, la provola a tocchetti. Ricoprire con l’altra metà del disco di pasta formando una mezza luna e chiudere bene i bordi facendo pressione con la parte laterale del palmo della mano. Friggere in abbondante olio di girasole, va bene anche olio di arachidi, facendo attenzione a mantenere costante la temperatura dell’olio che è tra i 170 e i 180 gradi. Quando la pizza risulterà dorata toglierla dall’olio e adagiarla su carta assorbente. Servire bollente.

3 commenti

  • Salvatore Ruggiano

    (21 marzo 2015 - 18:05)

    …grande…

  • fabio mascolo

    (22 marzo 2015 - 23:11)

    Credo che la dose di acqua sia sbagliata???!

  • Fabrizio Guglielmi

    (23 marzo 2015 - 20:20)

    E’ sempre meraviglioso guardare queste immagini delle grandi friggitorie napoletane.vorrei farle conoscere a Bruxelles ai Signori che fanno leggi assurde sui prodotti alimentari di cui nonconscono né la storia né il sapore.Se le provassero cambierebbero subito tendenza.Continuate cosi’ e fate sempre i piu’ affinche’ la qualita’ di queste cose si diffonda sempre di piu’
    Ad maiora
    Fabrizio Gulielmi

I commenti sono chiusi.